Politica

Stabilimenti balneari, De Pascale: “Togliere il riferimento alle concessioni dal decreto concorrenza”

"Mi sono sempre schierato a favore delle imprese balneari, combattendo fianco a fianco con tutti quelli che sono intenzionati a difenderle", afferma il sindaco di Ravenna

“Dopo due anni di grande difficoltà per il turismo internazionale, la tutela delle imprese balneari è una delle priorità principali e va scongiurato qualsiasi intervento improvvisato che rischi mettere in gravissima difficoltà il settore e bloccare gli investimenti. In questi anni ho sempre sostenuto le nostre imprese balneari e contrastato con forza qualsiasi tentativo di distruggere il nostro sistema balneare con normative che non ne tutelino le specificità”. Lo afferma il sindaco uscente di Ravenna Michele De Pascale, in relazione ai lavori parlamentari sul disegno di legge 'Concorrenza'.

“Lo ribadisco, si tolga qualsiasi riferimento alle concessioni balneari dal decreto concorrenza e si attivi un tavolo di confronto con le associazioni economiche del settore per giungere a soluzioni che tutelino l’identità delle nostre imprese balneari - dichiara De Pascale -, che soprattutto a Ravenna e in Romagna rappresentano un imprescindibile motore di sviluppo del turismo e di investimento. Su questa partita per quel che mi riguarda non ci sono mai stati colori politici o appartenenze, mi sono sempre schierato a favore delle imprese balneari, combattendo fianco a fianco con tutti quelli che sono intenzionati a difenderle e se sarò rieletto sindaco il Comune di Ravenna continuerà su questa linea”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilimenti balneari, De Pascale: “Togliere il riferimento alle concessioni dal decreto concorrenza”

RavennaToday è in caricamento