menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stoccaggio gas a San Potito: "Nessuna prova di iniezione di gas in sovrapressione"

"E sembra che tali prove di sovrapressione non potranno essere fatte almeno per tutto il 2020, perchè il Ministero dello Sviluppo Economico non ha ancora dato l'autorizzazione"

La concessione di stoccaggio San Potito e Cotignola è al centro di un'interrogazione presentata da Igor Taruffi e Federico Amico, consiglieri regionali di Emilia Romagna Coraggiosa. "Sposando le preoccupazione degli abitanti della Bassa Romagna, in merito alla concessione di stoccaggio di San Potito, abbiamo rivolto una interrogazione alla Giunta per chiedere aggiornamenti sulla iniezione di metano in sovrapressione - spiegano i due - La risposta dell'assessore Priolo ci rassicura: al momento non è attiva nessuna prova di iniezione di gas in sovrapressione da parte del gestore Edison Stoccaggio. E sembra che tali prove di sovrapressione non potranno essere fatte almeno per tutto il 2020, perchè il Ministero dello Sviluppo Economico non ha ancora dato l'autorizzazione. Inoltre la Regione ha chiesto al Ministero dell'Ambiente di rivedere la propria decisione di non eseguire la Valutazione di Impatto Ambientale sul progetto di Edison Stoccaggio. Dalla risposta ci sembra chiaro che la Regione si stia muovendo nel rispetto delle richieste dei cittadini della zona interessata, ma, chiedendo anche noi che si faccia la Valutazione di Impatto Ambientale, vigileremo per capire quali saranno le prossime decisioni dei Ministeri competenti, convinti che la sovrapressione rappresenti un pericolo per gli abitanti della Bassa Romagna".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento