"Stop a razzisti e neo-fascisti": ordine del giorno approvato dal consiglio comunale

Nel documento il consiglio esprime "preoccupazione per la crescente diffusione e visibilità di fenomeni che apertamente si richiamano al fascismo, usandone simboli e lessico"

Nella seduta del Consiglio comunale di Bagnacavallo di lunedì è stato presentato dal gruppo consiliare Pd un ordine del giorno per dire no ai nuovi fascismi. L’ordine del giorno è stato approvato, con alcune integrazioni proposte dal gruppo Bagnacavallo Insieme, con 15 voti favorevoli (gruppi Pd e Bagnacavallo Insieme) e un’astensione (Lega Nord/Forza Italia). A gennaio già il consiglio comunale di Alfonsine ha approvato un ordine del giorno molto simile.

Nel documento il consiglio comunale di Bagnacavallo esprime "preoccupazione per la crescente diffusione e visibilità di fenomeni che apertamente si richiamano al fascismo, usandone simboli e lessico e facendosi promotori di idee e atteggiamenti che furono alla base del fascismo storico e si riconosce nei principi sanciti dalla Costituzione italiana quali fondamentali diritti e valori della Repubblica indispensabili e insostituibili per fondare la democrazia. Allarmato dalla ripresa di iniziative di tipo nazi-fascista, dalla crescita e dalla
diffusione di movimenti dichiaratamente neofascisti, di episodi di razzismo nello sport, di numerosi atti vandalici ai danni di monumenti e simboli della memoria antifascista", il Consiglio comunale ribadisce la "necessità di tenere sempre viva l’attualità dei valori della Resistenza e della Costituzione antifascista da parte delle istituzioni, quale patrimonio comune a garanzia della convivenza democratica e delle libertà dei cittadini. Condanna inoltre ogni manifestazione lesiva del carattere democratico della Repubblica e i comportamenti volti ad alterare la memoria storica delle vicende che hanno portato alla Liberazione del nostro Paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine il Consiglio comunale di Bagnacavallo impegna il Sindaco e la Giunta "a stigmatizzare atti e comportamenti che si richiamano in varie forme al fascismo, ai suoi linguaggi e rituali, alla simbologia, e in generale a tutte le ideologie ispirate a sentimenti antidemocratici, all’odio razziale, all’omofobia, all’antisemitismo, non rispettando l’art. 3 della Costituzione; a non concedere spazi, patrocini, contributi di qualunque natura a coloro che non garantiscono di rispettare i valori della Costituzione, professando o praticando comportamenti fascisti o facendo attività di propaganda di idee fondate sulla superiorità e sull’odio razziale o etnico ed istigando a commettere o commettendo atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi; a rafforzare nella società quella cultura che ha consentito per decenni alla nostra Repubblica di respingere a livello culturale e di comune sentire ogni rigurgito neofascista e ogni tentazione antidemocratica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'impatto contro il guard-rail è violentissimo: ancora una tragedia in strada, muore una ragazza

  • Superenalotto, sfiorato il colpaccio: un solo numero lo priva di 20 milioni

  • Maltempo, Bassa Romagna ancora martoriata dalla grandine: chicchi grandi come noci

  • Fatale incidente nella notte: muore in bici investito da un'auto

  • Dalle parole si passa velocemente ai fatti: nel caos spunta una lama, accoltellato un ragazzo a Marina di Ravenna

  • Si "innamora" di una ragazza e chiede aiuto ai social per ritrovarla: storia a lieto fine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento