rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Sicurezza, assistenti civici e Zona Dantesca. Guerra (Lega): "Restano alcune incognite"

E' quanto afferma il capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord, Paolo Guerra, ricordando che sul fronte sicurezza è intervenuto "ripetutamente e per 4 anni con proposte concrete ed emendamenti sul bilancio comunale"

E' necessario "mettere a disposizione ulteriori risorse economiche per l'assunzione di agenti della municipale che, da stime del 2008, sono insufficienti a presidiare il territorio". E' quanto afferma il capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord, Paolo Guerra, ricordando che sul fronte sicurezza  è intervenuto "ripetutamente e per 4 anni con proposte concrete ed emendamenti sul bilancio comunale sui quali finalmente è arrivata, anche se parziale e ritardataria una risposta". Tra i temi battuti dall'esponente del Carroccio "telecamere, assistenti civici e maggiore controllo sulla zona Dantesca".

"Pur senza l'appoggio di iniziative o di gazebo sul territorio, posso considerarlo uno dei risultati ottenuti nel mio mandato di consigliere ed uno dei punti di condivisione con il resto della minoranza con la quale abbiamo dato un esempio che opposizione significa anche saper proporre - continua Guerra -. Significa "stare alle costole" di una amministrazione Pd ravennate ideologica e ritardataria, in quanto impiega quattro anni per accettare proposte concrete mentre le aree si degradano e i lavoratori vengono malmenati (per chi ha memoria, nell'ordine: autisti, controllori, camerieri, e forze dell'ordine nella lotta all'abusivismo)".

"Il progetto degli Assistenti civici, illustrato in sede consiliare dalla minoranza ad un Assessore che da 3 anni sul degrado e la sicurezza proponeva la sola segnalazione dei cittadini o la denuncia delle vittime, sarà in parte cofinanziato dalla Regione Emilia  Romagna in virtù della Legge 24/2003 - aggiunge il consigliere comunale -. Ma nel gioire per aver fatto cambiare idea a questa granitica maggioranza, devo ricordare che questo risultato è colpevolmente ritardatario, ed è del tutto parziale. Resta la necessità di mettere a disposizione ulteriori risorse economiche per l'assunzione di agenti della municipale che, da stime del 2008, sono insufficienti a presidiare il territorio. Non mi rivolgo al sindaco o all'assessore alla Sicurezza che hanno atteso 3 anni per convincersi dell'utilità di queste figure in quanto sarebbe tempo perso, ma al Comandante Stefano Rossi, che più volte, anche in commissione consiliare, ha dimostrato attenzione a tutte le istanze a prescindere dal colore di appartenenza".

"Gli assistenti civici hanno il mandato di presidiare e segnalare situazioni anomale alla Polizia Municipale. Ebbene, quando saranno nello svolgimento delle loro funzioni, considerando le condizioni di degrado in cui versa la città è il moltiplicarsi delle chiamate, ci saranno agenti sufficienti per intervenire? Ed è ancora su questo aspetto che denuncio il ritardo di questa Giunta - conclude -. Per ultimo, non sarebbe il caso di posticipare i termini di scadenza per le adesioni dei volontari dando il tempo a chi fosse interessato di rientrare a regime nel mese di settembre?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, assistenti civici e Zona Dantesca. Guerra (Lega): "Restano alcune incognite"

RavennaToday è in caricamento