Tetto sul numero di stranieri, Benzoni (LpRA): "Matteucci scrive a Renzi..... Grazie Morfeo"

""Matteucci scrive a Renzi, Renzi scriverà a Berlusconi e poi forse qualcuno indorerà e proporrà una proposta risolutiva ma illusoria; certo non prima di aver esaminato strategicamente la redistribuzione dei meriti e dei possibili voti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Matteucci scrive a Renzi, Renzi scriverà a Berlusconi e poi forse qualcuno indorerà e proporrà una proposta risolutiva ma illusoria; certo non prima di aver esaminato strategicamente la redistribuzione dei meriti e dei possibili voti. Una sinistra e nondimeno il Sindaco Matteucci, che fin poche ore fa ha sempre negato l'evidenza, sostenendo che l'immigrazione incontrollata era solo una sensazione, una cattiva percezione populista stimolata, nel caso di Ravenna, da scorrette informazioni fornite dall'opposizione.

Proprio loro, la sinistra politica, che interpretavano le risultanze di statistiche senza conoscerne i parametri di riferimento, pur di rimarcare da una parte sulla asserita aleatorietà del problema che secondo loro di fatto non sussisteva, dall'altra cercando astutamente di farne una strategia per catturare futuri voti dagli stessi immigrati; voti che probabilmente avrebbero dovuto  colmare il grande fuggi fuggi dei loro numerosi iscritti allontanatisi a gambe levate.

All'indomani della task force messa in atto dal Belgio e della Svizzera, paesi da sempre riconosciuti come ordinati ed efficenti, il Sindaco Matteucci si desta e, forse grazie a Morfeo che finalmente ha abbandonato il suo lungo sonno, si rende consapevole dell'impossibilità di governare una città caratterizzata dalla presenza di tanti stranieri giunti con la speranza di fare fortuna, o  fortuna facile.

In un paese dove l'economia, gli ammortizzatori sociali e le politiche del Welfare non riescono a far fronte alle esigenze dei residenti,  di coloro che da sempre hanno dato un contributo socio-economico al paese in cui vivono, figuriamoci se può permettersi di impegnare quelle poche risorse rimaste per gli indefessi flussi immigratori.

Dopo anni durante i quali si gridava l'allarme di una situazione sfuggita di mano ed impossibile da gestire, solo oggi il Sindaco ha preso consapevolezza che la politica dell'appannaggio non è più sostenibile e allora chiede a gran voce di regolare gli ingressi smodati ed incontrollati degli stranieri in un paese già gravemente in crisi.

Che dire allora, ben arrivato Signor Sindaco fra di noi, e speriamo che stavolta “me la cavo”! C'è chi sostiene che è troppo tardi, può essere, ma almeno proviamo. Se la politica di questa città, capitanata da Matteucci, si allinea alla realtà forse non è tutto perduto".
 
Gianluca Benzoni
Consigliere di Lista per Ravenna

Torna su
RavennaToday è in caricamento