menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporto merci, la Provincia di Ravenna chiede il potenziamento del servizio Cargo di Trenitalia

Il consiglio provinciale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno in cui si chiede che il servizio Cargo di Trenitalia venga potenziato per rispondere a esigenze sia economiche, sia di carattere ambientale

Il consiglio provinciale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno in cui si chiede che il servizio Cargo di Trenitalia venga potenziato per rispondere a esigenze sia economiche, sia di carattere ambientale. Il documento chiede alla Giunta provinciale, ai sindaci del territorio ai Parlamentari di Ravenna, e ai Comitati degli utenti, “di farsi portavoce di una forte iniziativa nei confronti di Trenitalia, del Parlamento e del Governo nazionale, nonché della regione Emilia-Romagna affinché si riesca a garantire un servizio del trasporto merci su ferro adeguato e a prezzi adeguati, servizio fondamentale per la ripresa economica e lo sviluppo futuro della nostra provincia e di tutto il paese”.

Una richiesta che è partita dopo la decisione di Cargo di Trenitalia di dismettere il punto di riparazione dei carri, per anni operante nello scalo ferroviario ravennate. Una scelta “in controtendenza” rispetto alla prospettiva di un aumento dei traffici merci su ferro, dal momento che una fra le principali difficoltà riscontrate dalle aziende di trasporto è proprio la mancanza di carri ferroviari. Il consigliere Ivan Neri, che aveva preparato l’ordine del giorno, è intervenuto con a dichiarazione di voto per il gruppo del Partito Democratico. E ha per altro ricevuto il riconoscimento anche dei consiglieri d’opposizione Villa e Mazzolani (Pdl) e Forte (Lega Nord).

“Ecco alcuni dati, per farsi un’idea di quanto sia urgente cominciare a potenziare il servizio di trasporto merci su ferro a livello nazionale. Nel nostro paese – commenta il consigliere Neri - le merci trasportate via ferro sono solo il 6 per cento del totale; di questo 6% poi, ben il 35% è compiuto da aziende straniere. Non avviene così all’estero: ad esempio in Germania il trasporto merci su ferro raggiunge il 21%, in Francia il 22, in Austria il 35 mentre in Svizzera la percentuale arriva addirittura al 50 per cento”.

“Negli anni, poi, il servizio è sensibilmente diminuito: si tenga presente come 5 anni fa da Bologna San Donato, principale impianto cargo regionale, transitassero circa 250 treni al giorno; oggi sono rimasti solo 20-25. Per fortuna – aggiunge Ivan Neri - l’Emilia-Romagna investe in questo settore. Così le tonnellate che si muovono su ferro in Emilia Romagna sono 13 milioni e 500 mila (ultimi dati disponibili del 2011), delle quali a Ravenna, quelle movimentate dai servizi finanziati dalla L.R. 15/09, sono passate da 1.039.666 nel 2010 a 1.371.280 nel 2011, portando la percentuale in aumento del 32%”.

Il deputato del Partito Democratico, Alberto Pagani, membro della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, ha raccolto subito la sollecitazione del consiglio provinciale di Ravenna. “Porterò subito all’attenzione della commissione questa richiesta della comunità ravennate. È da tempo che sosteniamo come il trasporto delle merci – commenta l’onorevole Pagani – debba basarsi sempre di più sull’utilizzo delle ferrovie, con l’obiettivo di migliorare la circolazione stradale e, prima ancora, di ridurre l’inquinamento atmosferico. Rispetto alla situazione locale è evidente come mantenere e, anzi, potenziare il servizio nello scalo ravennate sia indispensabile anche per il porto di Ravenna che, con l’approfondimento dei fondali, deve restare un punto strategico nello smistamento delle merci a livello internazionale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento