rotate-mobile
Politica Faenza

Treno Faenza-Firenze: "Valorizzare al massimo questa linea storica"

o afferma il consigliere regionale PD Thomas Casadei, che raccoglie ancora una volta, come in passato, l'appello lanciato dal Circolo Legambiente della Bassa Romagna

“La ferrovia che unisce Faenza il territorio ravennate a Firenze è una linea storica con un potenziale turistico molto importante e può rappresentare una grande risorsa per il nostro territorio”. Lo afferma il consigliere regionale PD Thomas Casadei, che raccoglie ancora una volta, come in passato, l’appello lanciato dal Circolo Legambiente della Bassa Romagna.

“La linea - sottolinea Casadei - consente di viaggiare tra il territorio ravennate (Ravenna, Lugo, Faenza) e Firenze attraverso bellissimi paesaggi con gli stessi tempi dell’alta velocità e con costi assai inferiori, ma non viene valorizzata a dovere: i treni sono poco frequenti e mancano le coincidenze verso altre destinazioni. Lo scorso anno, in seguito ad una mia interrogazione rivolta alla Giunta Regionale, la linea, che era “scomparsa” dagli orari ufficiali di Trenitalia, è tornata ad essere indicata in maniera ufficiale, ma solo per l’orario estivo, che terminerà l’8 settembre”.

“Non è necessario affrontare costi e non si devono mettere in cantiere opere: l’infrastruttura c’è già e richiama peraltro molti turisti, tra i quali tanti stranieri: basterebbe organizzare meglio il sistema di trasporto - conclude Casadei - e si offrirebbe un servizio importante, che potrebbe avere ricadute positive su tutto il territorio. Auspico che le amministrazioni del territorio
e la Regione stessa lavorino in questa direzione. La nuova Giunta regionale dovrebbe farsi carico, con determinazione di questa sfida, come abbiamo più volte richiesto in questi anni con atti di indirizzo, interrogazioni, prese di posizione pubbliche”.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treno Faenza-Firenze: "Valorizzare al massimo questa linea storica"

RavennaToday è in caricamento