menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trivellazioni in Adriatico, Benini attacca Bonaccini: "Vuole riaprirle, ecco perché corriamo da soli"

Simone Benini, candidato del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Emilia Romagna, interviene sulle dichiarazioni del candidato del centrosinistra

"Bonaccini in tour a Ravenna parla di sbloccare le trivelle in Adriatico. Alla faccia della lotta ai cambiamenti climatici, degli applausi per i ragazzi Fridays for Future e la salvaguardia dell’eco-sistema marino": Simone Benini, candidato del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Emilia Romagna, interviene sulle dichiarazioni del candidato del centrosinistra.

"Bonaccini, rivolgendosi a quei sindacalisti che chiedono di riaprire le trivelle, si è anche vantato dicendo 'Noi, col governo Gentiloni avevamo portato avanti un lavoro per tornare agli investimenti sull'upstream', pensando di guadagnare voti. Il M5S al governo invece ha detto basta. Dunque, il candidato di Pd e altre liste che dell’ambiente dovrebbero fare una bandiera mostra la sua vera faccia: quella fossile. Ecco perché il Movimento 5 Stelle corre da solo alle elezioni regionali. Meglio soli che male accompagnati. Grazie al Movimento 5 Stelle al governo nazionale, dal marzo 2019 abbiamo imposto uno stop a nuove trivellazioni (ora contestato pure dalla Lega) e in Finanziaria siamo riusciti a moltiplicare per 25 i canoni per le concessioni, che passano da 57 euro a chilometro quadrato a 1481 euro al chilometro quadrato. Non venivano toccati dal 1998! Quella contro le trivellazioni marine e terrestri, è una battaglia che il Movimento 5 Stelle porterà sempre avanti. Più forza al Movimento 5 Stelle, più forza a rinnovabili ed efficienza energetica e tutela di mare e territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento