menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, nuova sede e 75 posti per il corso di laurea in Medicina e Chirurgia

"Si tratta di una grande opportunità per Ravenna che si avvera - continuano i consiglieri - utile anche per la drammatica situazione che stiamo vivendo"

Gli esponenti del Pri Chiara Francesconi, capogruppo in Comune, e Giannantonio Mingozzi considerano "straordinari i progressi del nuovo corso di Laurea in Medicina e Chirurgia compiuti in pochi mesi, perché si avvieranno a Ravenna a fine anno con 75 posti a disposizione ed una sede nuova per ricerche e didattica in prossimità del Santa Maria delle Croci".

"Si tratta di una grande opportunità per Ravenna che si avvera - continuano i consiglieri - utile anche per la drammatica situazione che stiamo vivendo, ma foriera di nuove speranze perché la scienza medica e gli studi di virologia sono fondamentali per le prospettive di tutta l'umanità". Francesconi e Mingozzi ringraziano in particolare sia la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna che la Fondazione del Monte per gli stanziamenti decisi e l'impegno assicurato: "Assieme al Comune, alla Fondazione Flaminia e alle imprese private con l'Ateneo si è raggiunto un accordo prezioso, a dimostrazione che quando Ravenna trova sintonia tra le parti istituzionali, economiche ed accademiche nessun obiettivo è precluso; del resto l'università a Ravenna ha precedenti altrettanto riconosciuti, come Giurisprudenza, Beni Culturali, Scienze Ambientali, Ingegneria e Infermieristica che via via hanno fatto storia nell'integrazione dell’Ateneo con le città di Ravenna e Faenza, portando benefici economici e qualità della ricerca, raggiungendo 4000 iscritti e oltre 20 insegnamenti, con 18 sedi didattiche e di ricerca e 6 sedi amministrative".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento