La Lega propone un assessorato alla sicurezza, i Verdi: "Criticano il loro vicepremier Salvini"

I Verdi: "Assistiamo a una bizzarra proposta del candidato sindaco della Lega e della Buona Politica sulla sicurezza a Lugo"

"Assistiamo a una bizzarra proposta del candidato sindaco della Lega e della Buona Politica sulla sicurezza a Lugo". A parlare sono i Verdi di Lugo e della Romagna estense: "La Lega esprime il Ministro dell’Interno, il massimo responsabile della sicurezza e cosa propone il suo candidato sindaco di Lugo? Di istituire l’assessorato alla sicurezza! Il Comune di Lugo dispone al massimo della Polizia Municipale (anzi no, il servizio è passato all’Unione), mentre il ministero a guida leghista dispone di Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Polizia Penitenziaria, Polizia Stradale. E in ogni territorio è già presente un Prefetto, il rappresentante del Governo, che già ha la possibilità e il dovere di coordinare l’azione delle forze dell’ordine sul territorio. Sembra quasi che la Lega di Lugo e la Buona Politica pensino che il loro Ministro non stia facendo efficacemente il suo lavoro. Forse, aggiungiamo noi, troppo impegnato a fare altro, ma magari se n’è accorta anche la Lega di Lugo. Ora che c’è un Governo a trazione leghista, perché, tramite i Prefetti, non coordina in maniera più efficace le varie forze dell’ordine per presidiare meglio il territorio anche di notte e nei festivi? E soprattutto perché, oltre alla propaganda, questo Governo, il cui Ministro dell’Interno non perde occasione per sfoggiare le varie divise, non fornisce alle forze dell’ordine mezzi adeguati, una maggiore formazione e anche stipendi adeguati? A cosa dovrebbe servire l’assessore alla sicurezza, a chiedere al Prefetto di coordinare le forze dell’ordine? Lo possono fare e lo fanno già i sindaci".

"Incolpare i primi cittadini (anche quelli della Lega) per i problemi di sicurezza è solo propaganda, pura demagogia - concludono i Verdi - Chi è al Governo si assuma le sue responsabilità e non cerchi di far cadere la colpa della sua incompetenza su chi subisce la sua incapacità. Se lo Stato risulta assente o inadeguato non si può privatizzare la sicurezza armando i cittadini. Dove l'hanno fatto, come negli Stati Uniti, aumentano omicidi e stragi, ma non la sicurezza. Vogliamo le forze dell'ordine coi giusti mezzi sulle strade, e non più pistole in casa. Purtroppo questo “nuovo che avanza” nella politica italiana si sta dimostrando una propaganda continua seguita da poca sostanza, e la proposta dell’assessorato alla sicurezza della Lega di Lugo e della Buona Politica va in questa direzione. A meno che non si tratti di una velata polemica nei confronti del loro Ministro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento