rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Politica

Versalis, i sindacati da de Pascale: "Incontro positivo"

"Chiarito l'episodio di venerdì scorso durante il comizio di Renzi, quando è stato impedito l’ingresso in piazza del Popolo ai lavoratori di Versalis".

Nel pomeriggio di venerdì 10 giugno i sindacati della chimica hanno incontrato presso la sede del suo comitato elettorale il candidato sindaco del centrosinistra Michele de Pascale.
“Tale incontro – spiegano in una nota unitaria Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec - è stato proposto dal candidato sindaco per fare il punto sulla vertenza ENI/Versalis, ma anche per chiarire personalmente e manifestare il suo rammarico per quanto accaduto nello spiacevole episodio di venerdì scorso durante il comizio di chiusura della campagna elettorale, dove è stato impedito l’ingresso in piazza del Popolo ai lavoratori di Versalis e allo striscione recante la scritta “RSU Petrolchimico di Ravenna”.
 Le organizzazioni sindacali Filctem, Femca e Uiltec, insieme, alla RSU Versalis, Rsi, Enipower e molti lavoratori presenti, ritengono la richiesta di incontro del candidato sindaco un gesto costruttivo e di attenzione in continuità di impegno e interesse verso la vertenza Versalis e più in generale per il futuro del Polo Chimico, attenzione non scontata e che ha contraddistinto Michele de Pascale nella sua campagna elettorale.
Nel merito il candidato ha condiviso con noi la necessità di sollecitare il Governo a presidiare e a cercare di influenzare, con il massimo impegno possibile, la trattativa che Eni sta facendo con il fondo SK Capital.
Sappiamo bene che l’obiettivo di ENI è la cessione della quota maggioritaria di Versalis, ma gli abbiamo ribadito la nostra più totale contrarietà a condividere tale decisione.
 In questo senso abbiamo condiviso che, pur in assenza di pregiudiziali verso un percorso che porti a partnership capaci di accelerare la realizzazione degli investimenti presenti nel piano industriale, Eni e di conseguenza il Governo devono mantenere la governance e garantire certezze sul futuro della Versalis e di conseguenza di tutta la chimica italiana.
In particolare sul piano locale de Pascale ci ha chiesto di aggiornarlo sulle condizioni previste dal piano di investimenti necessari per il nostro sito a partire da quello dell’SBR Solution che abbiamo condiviso rappresentare il salto di qualità sia in termini competitivi sia in termini di sostenibilità di Versalis a Ravenna, oltre a ricordare il ruolo infrastrutturale e quindi fondamentale che la chimica Eni rappresenta per il Polo Chimico Ravennate.

De Pascale ha riaffermato, indipendentemente dalla sua elezione, l’impegno personale a perseguire tutte le azioni necessarie a non ostacolare i processi autorizzativi per questi investimenti e di sollecitare la loro veloce realizzazione così come ribadito per tutta la campagna elettorale.
Per noi quindi questo incontro è risultato utile e positivo perché oltre a chiarire lo spiacevole episodio di venerdì scorso ha messo le basi per continuare il proficuo confronto e rapporto di collaborazione con il territorio che è fondamentale per il futuro di tutto il polo chimico ravennate indipendentemente da quale sarà l’esito della vicenda Versalis”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Versalis, i sindacati da de Pascale: "Incontro positivo"

RavennaToday è in caricamento