Pesca, Minichini (LpR): "Vongolari in trasferta dalle Marche in Romagna?"

A rischio il lavoro delle imprese locale, chi ne ha titolo intervenga per scongiurarlo.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Marche, pescatori di vongole in rivolta: "Troppe barche, dateci la Romagna". Titolo abbastanza forte, riportato dal Resto del Carlino il 24 appena trascorso nell'edizione Pesaro, che sicuramente metterà in allarme i pescatori di casa nostra. Si sa che per un pescatore il mare è l'unica fonte di reddito, quindi tutti devono campare. Come al solito, però, quando le vacche sono grasse, si spremono, ma a forza di spremere poi diventano magre e quindi non ce n'è per tutti. È quello che sta avvenendo ai vongolari marchigiani a seguito, pare, della riduzione, da parte della Commissione Europea, della misura dei molluschi bivalvi di cui è consentita la pesca da 25 a 22 millimetri. Certo che passare dai 40 quintali al giorno di un tempo ai 3 di oggi, così come affermato dal presidente del Consorzio molluschi di Pesaro-Urbino, la differenza è grande. Sostengono che le Marche comprendono un terzo di tutte le vongolari operanti in Italia: 221 su 710, per cui operare solo nei 150 chilometri di costa marchigiana non è più possibile. Di qui la richiesta al governo di poter pescare anche nel mare della Romagna.

È ragionevole sostenere che questi molluschi non crescono se non vengono sfoltiti. Se però consideriamo anche il cambiamento climatico e il mancato apporto di sabbia dai fiumi (elemento chiave, poiché le vongole crescono e vivono nella sabbia), si ha un quadro generale della forte tensione tra gli operatori dediti a questo mestiere. Ma la Regione Marche, a fronte di una situazione che man mano è diventata più caotica, perché non è intervenuta per contingentare il sovraffollamento delle vongolare? Forse è chiedere troppo, poiché anch'essa è stata ed è governata dal Pd.

Allo stato attuale mi sento di allertare i nostri pescatori di vongole a stare in "campana". Il Governo Renzi ha già venduto di soppiatto alla Francia acque della Sardegna, riducendo il tratto di mare ai pescatori del luogo. Non è escluso che faccia altrettanto concedendo le acque della Romagna alla Regione Marche. Non conoscendo il parere della Regione Emilia Romagna su questa richiesta, ma non escludendone il soccorso rosso a una regione confinante compagna, a buon intenditor poche parole: il rischio che competitor marchigiani mettano in serio pericolo il lavoro dei nostri vongolari incombe, chi ne ha titolo intervenga per scongiurarlo.

Pasquale Minichini, Lista per Ravenna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento