menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Inefficienze e lacune in Ausl Romagna": l'opposizione chiede di convocare il consiglio

"Il rapporto fra Ausl Romagna e i rappresentanti dei cittadini necessita di maggiore attenzione, alla luce delle continue segnalazioni che giungono ai consiglieri comunali su inefficienze e lacune"

"Il rapporto fra Ausl Romagna e i rappresentanti dei cittadini necessita di maggiore attenzione, alla luce delle continue segnalazioni che giungono ai consiglieri comunali su inefficienze e lacune". La pensano così i consiglieri comunali d'opposizione di Forza Italia, CambieRà, Lista per Ravenna, Lega Nord, Gruppo misto, Ravenna in Comune e La Pigna, che hanno richiesto la convocazione del consiglio comunale con il seguente ordine del giorno: "Stato di attuazione dell’Atto Aziendale di Ausl Romagna, dotazioni del presidio ospedaliero di Ravenna e movimenti dei vertici sanitari; reclutamento del nuovo personale medico nei vari reparti e prevenzione del fenomeno di uscita verso il mondo privato; rapporti con “Villa Maria”; formazione del personale all’interno dei vari reparti con particolare riferimento a ginecologia e ostetricia; presidio ospedaliero di Ravenna “Cenerentola” rispetto ai presidi delle altre province che fanno parte di A.V.R. e prospettive in vista del nuovo ospedale di Cesena".

"La richiesta della discussione in consiglio comunale è motivata dalla necessità di fornire risposte alle aspettative e alle preoccupazioni dei cittadini che non vedono la fine del processo di riorganizzazione della sanità iniziato con l’unificazione delle Ausl della Romagna e che al momento appare ben lontano dal corrispondere alle aspettative annunciate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Attualità

Russi, partono i corsi di lingua del Comitato di Gemellaggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento