Immissioni di docenti di ruolo nelle scuole della provincia: "Situazione paradossale"

"Sono ancora troppi i nodi da sciogliere in merito alle immissioni in ruolo nelle scuole della provincia". La pensa così la segretaria generale provinciale Flc Cgil di Ravenna Marcella D'Angelo

"Sono ancora troppi i nodi da sciogliere in merito alle immissioni in ruolo nelle scuole della provincia". La pensa così la segretaria generale provinciale Flc Cgil di Ravenna Marcella D'Angelo, che snocciola qualche numero: "Sono stati 411 i posti autorizzati nella nostra provincia per conferimento di contratto a tempo indeterminato per il personale docente. Il personale Ata che avrà un contratto a tempo indeterminato sarà pari a 63 unità. Percentuali molto basse di posti autorizzati per i ruoli, rispetto al reale fabbisogno delle nostre istituzioni scolastiche; sospetto già evidenziato quando abbiamo conosciuto l’entità dell’organico di diritto concesso a Ravenna. Cambiano i Governi, ma la musica rimane la stessa suonata per lo più, sulla pelle delle alunne e degli alunni".

"Analizzando i dati in nostro possesso - continua la D’Angelo - i ruoli concessi per il personale ata sono stati così distribuiti sui diversi profili: 21 assistenti amministrativi, 6 assistenti tecnici e 26 collaboratori scolastici. A conti fatti nemmeno un posto/profilo per scuola, visto che di scuole a Ravenna ve ne sono 44. Inoltre, le contingenti necessità dei Dirigenti Scolastici di garantire e assicurare il servizio, la didattica, la vigilanza, i vaccini per il prossimo anno scolastico, in modo quantomeno dignitoso, ha fatto sì che le richieste in organico di fatto siano state circa un centinaio. Sul concreto, quindi, le necessità reali sconfessano tangibilmente i "tweet" di propaganda costruiti anche su architravi di ossimori flessibili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i docenti l’analisi della distribuzione dei posti concessi in ruolo è la seguente: 12 per la scuola dell’infanzia, 97 per la scuola primaria, 107 per la scuola secondaria di primo grado, 139 per la scuola secondaria di secondo grado e 57 sul sostegno. "Anche qui - continua la segretaria Flc Cgil Ravenna - la situazione è alquanto paradossale. Mancano numeri e quindi classi in tutti gli ordini di scuola e il capitolo sostegno sarebbe tutto da riscrivere: infatti, sono stati 310 i posti in deroga concessi, cifra che ci consegna la dimensione della necessità dei posti per gli alunni più fragili. Vogliamo porre, infine, un’attenzione particolare alla scuola primaria. Tutti e 97 i docenti interessati alla nomina in ruolo hanno un giudizio pendente che, nel momento in cui avrà sentenza definitiva, se negativa, di fatto trasformerà i contratti da tempo indeterminato a tempo determinato. Un ruolo fittizio figlio di un decreto che di dignitoso ha davvero ben poco e che getterà nel caos i docenti, le segreterie scolastiche e i discenti. La soluzione adottata, infatti, risulta quasi beffarda per i tanti docenti che aspettavano una risposta definitiva dal nuovo Governo che di fatto li “licenzia” il 30 giugno 2019. Al primo di settembre, quindi, la campana suonerà quasi a lutto perchè sono davvero troppi i nodi da sciogliere e per i quali vanno previste soluzioni inconfutabili e tangibili, per il bene della scuola e a salvaguardia del futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

  • Aggressione a colpi di coltello in pieno centro città: uomo in ospedale

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

Torna su
RavennaToday è in caricamento