rotate-mobile
social Faenza

Dopo 30 anni di carriera 'esordisce' a teatro nella sua Faenza: "Sarà un'emozione grande"

Maximilian Nisi, attore e regista, sarà protagonista al Masini con Milena Vukotic nella trasposizione teatrale di "A spasso con Daisy"

Ci sono voluti trent'anni prima di "esordire" sul palco nella città dove è nato. Maximilian Nisi è affermato attore e regista e anche direttore artistico del Festival Teatrale di Borgio Verezzi, uno dei più antichi e prestigiosi d'Italia. Da domenica a martedì sarà sul palco del Teatro Masini, a Faenza, ogni sera alle 21, a fianco di uno dei mostri sacri del teatro italiano: Milena Vukotic.

"Sarà un'emozione grande  - racconta - da tempo giro l'Italia in tournée in lungo e in largo e il caso mi ha sempre tenuto lontano da Faenza e da un teatro storico che so essere bellissimo, tappezzato di velluto rosso porpora e ornato con stucchi dorati. Sarà una festa e non vedo l'ora che arrivi". Sarà protagonista della trasposizione sul palco di "A spasso con Daisy" (già premio Pulitzer e vincitore di quattro Oscar), nella quale Nisi è Boolie, il figlio di Daisy, interpretata appunto da Milena Vukotic.

"Milena è un'amica cara, le sono molto legato e la stimo moltissimo - aggiunge Nisi -. Adoro la cura che riserva al suo lavoro, la grazia, la tenacia e la disciplina che l'accompagnano. Sono tutte cose che conosco bene perché, in qualche modo, appartengono anche a me. Questo non è il nostro primo progetto teatrale insieme. Nel 1998 in 'Un Autunno di fuoco' di Eric Coble, interpretava sempre mia madre. Una madre diversa anche se altrettanto invadente e capricciosa. Una grande attrice che, non a caso, il prossimo 3 di maggio ritirerà il David di Donatello alla carriera".

Maximilian Nisi in A Spasso con Daisy (1)

In 'A spasso con Daisy' di Alfred Uhry sarà diretto da Guglielmo Ferro, accanto a Salvatore Marino, "un altro ottimo collega", dice. Una vita vissuta sul palco, partita dunque dalla Romagna. "Il mio secondo nome è Pier Damiano, come il San Pier Damiano Hospital dove sono nato. Ho vissuto la mia infanzia a Lugo ed ero solito trascorrere le mie vacanze estive a Milano Marittima. Sono stati anni bellissimi quelli, pieni di luce e di sapori buoni, gli anni della formazione e della vita in famiglia. Ci siamo trasferiti, poi, a Torino. Mio padre per lavoro, spesso, era costretto a cambiare città, ma in estate tornavamo in Romagna ed era sempre una grandissima gioia. E della Romagna mi sono sicuramente portato dietro la voglia di fare con entusiasmo, con dedizione, con amorosa cura e quello spirito positivo, costruttivo e collaborativo che contraddistingue la gente che vive in questa nostra fantastica terra".

Da Torino il salto a Milano quando, nel 1990, Giorgio Strehler lo ha ammesso nella sua scuola di recitazione, Il Teatro d'Europa presso il Piccolo Teatro di Milano, dove ha conseguito il diploma di attore nel 1993. "Da lì in  poi sono seguiti tanti anni di lavoro prevalentemente in teatro, sempre con personaggi primari come Amleto, Cristo, Billy Budd, San Francesco, Edipo - prosegue Nisi - e sono stato diretto, tra gli altri, dallo stesso Strehler, Ronconi, Sequi, Savary, Lavia, Mauri, Calenda, Scaparro e Vassil'ev". 

Significative anche le sue esperienze in serie tv, tra cui ricorda "Giornalisti, La dottoressa Giò, Un posto al sole, La squadra, Il Bello delle donne e anche qualche esperienza cinematografica significativa con Klaus Maria Brandauer, Dario Argento, Emidio Greco, Massimo Spano, Guido Chiesa". Nell'immediato futuro ancora nuovi progetti, tra cui altre riprese, "ma la precedenza la darò alla direzione del Festival di Borgio Verezzi, un impegno che voglio portare avanti nel migliore dei modi, mettendo a terra le idee che ho in mente. Trovo che il lavoro teatrale, sia quello dell'attore che del regista, sia un gran privilegio. Ogni sera in scena ho la possibilità di giocare esattamente come facevo quando ero bambino. Un gioco che va fatto con impegno, con costanza in un luogo  - conclude Nisi - che sa ancora dare delle risposte alle nostre molteplici domande".

Maximilian Nisi (1)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 30 anni di carriera 'esordisce' a teatro nella sua Faenza: "Sarà un'emozione grande"

RavennaToday è in caricamento