menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blue Monday: esiste davvero il giorno più triste dell'anno?

Tra storia e trovate pubblicitarie, scopriamo da dove ha origine il Blue Monday. Tra equazioni e critiche, ecco le variabili che determinano la giornata più infelice dell'anno

Anche in questo 2021 carico di speranze e attese per una ripartenza, per mettersi finalmente alle spalle l'incubo del Coronavirus, arriva il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno. Si tratta di lunedì 18 gennaio 2021. Il Blue Monday in effetti cade solitamente nel terzo lunedì di gennaio. Ma da dove nasce questa convenzione? E cosa sta a significare?

La storia del Blue Monday

Il terzo lunedì dell'anno si è guadagnato la nomea di giorno più triste grazie a uno studio dello psicologo Cliff Arnall in base a un complicato calcolo. Pare che nei primi anni Duemila Arnall abbia messo a punto un’equazione che andava a prendere in considerazione vari elementi, fra cui: il meteo, il denaro speso durante le feste natalizie, il tempo trascorso dal Natale, il fallimento dei propri propositi per il nuovo anno e il calo motivazionale dovuto al periodo che segue le feste. Insomma un'equazione che va a considerare tutte quelle variabili che possono causare il nostro basso livello di motivazione. In base a questo calcolo venne definito il primo Blue Monday: il 24 gennaio 2005. 

Le critiche al Blue Monday

Non mancarono già allora le critiche al Blue Monday. Innanzitutto nel tempo vennero emanate due differenti equazioni per determinare "il giorno più triste dell'anno" e in entrambi i casi non veniva attribuita alcuna unità di misura. Pare infatti che l'invenzione del Blue Monday non fosse altro che una grande trovata pubblicitaria orchestrata da Sky Travel, noto canale televisivo del gruppo Sky UK dedicato ai viaggi. 

L'intento di questa operazione, qundi, pare fosse quella di convincere la gente che la propria tristezza nel mese di gennaio avesse un fondamento scientifico e che l'unico modo per scacciarla fosse organizzare una vacanza. Vari scienziati e studiosi hanno evidenziato poi la totale mancanza di un criterio matematico alla base dell'equazione del Blue Monday. Tuttavia la "trovata" ha avuto una certa fortuna negli anni, tanto'è che in molti continuano a dare importanza a questa data.

Il giorno più felice

Ma se esiste il giorno più triste, deve pur esserci anche il giorno più felice dell'anno. Sempre Cliff Arnal infatti ha stabilito il calcolo per rintracciare la data più positiva dell'anno e ha diramato la notizia attraverso un comunicato stampa commissionato dall'azienda produttrice di gelati Wall's. Nel 2005 il giorno più felice dell'anno fu il 24 giugno e da allora la data tende a cadere sempre nel periodo del solstizio d'estate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento