menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per combattere la solitudine i ravennati si regalano le "Poesie a domicilio"

In gran crescita l'iniziativa di Spazio A che porta a casa dei cittadini questo "cibo per l'anima" racchiuso nei cartoni della pizza

Concedere qualche minuto di respiro e staccarsi dalla quotidianità, ma anche un modo per riflettere sull'esigenza di arte e cultura: questo è il senso delle Poesie a domicilio, un curioso progetto portato avanti dagli artisti di Spazio A, un gruppo misto nato nell'alveo dell'associazione ravennate Galla e Teo (già nota per spettacoli e laboratori teatrali) con la collaborazione di altri volontari desiderosi di portare la poesia a chi ne ha bisogno.

Insomma gli artisti diventano per l'occasione "rider" e portano un pasto per la mente e per l'animo di chi ne sente l'esigenza. "L'iniziativa è nata in maniera spontanea - come ci racconta l'attore Marco Montanari, uno degli ideatori di Spazio A -. In ottobre eravamo pronti a riprendere l'attività teatrale con tante idee e progetti, ma abbiamo dovuto bloccare gli incontri a causa della seconda ondata di Coronavirus".

"Abbiamo visto varie iniziative portate avanti da altre realtà - continua Marco - come gli spettacoli di teatro a distanza. Noi invece abbiamo pensato di portare la poesia che è più 'fast food'. Un modo per concedere due minuti di respiro e staccarsi dalla quotidianità".

E proprio come farebbero dei rider, i ragazzi di Spazio A portano le poesie a casa della gente nel cartone della pizza, che diventa quindi leggio per declamare i versi richiesti. Terminata la poesia, il contenitore con la stampa dell'opera viene quindi lasciata alla persona che l'ha ordinata.

"Non è indispensabile solo il cibo per il corpo - spiega Marco Montanari -, lo è anche il cibo per l'anima. Questa pandemia ci ha fatto capire che il cibo per l'anima è il primo a cui abbiamo dovuto rinunciare a causa dell'emergenza e questa è una riflessione che facciamo con le persone che ordinano una poesia".

Come si ordina una poesia a domicilio

poesia-a-domicilio 2-2-2

Ordinare una poesia a domicilio è proprio come ordinare una pizza. Basta telefonare al 351 6553555 o inviare una mail a poesieadomicilio2020@gmail.com. La prenotazione va effettuata con 24 ore di anticipo per organizzare il servizio. Al momento dell'ordinazione viene dato un indirizzo di consegna, che può essere anche quello di un parente o di un amico per regalare una bella sorpresa.

Che poesie si possono ordinare? Esiste un menù (che si rinnova proprio come quello di un ristorante) dove si trovano alcune importanti composizioni di autori classici (da Dante Alighieri a Catullo, da Foscolo a Leopardi) poesie per i più piccoli (con l'immancabile Rodari) e tanti autori stranieri (come Borges, Neruda e Bukowski). Ma esistono anche i fuori menù, ovvero poesie a richiesta e quindi l'offerta è davvero illimitata.

La consegna della poesia è davvero rapida: il lettore/fattorino suona il campanello e declama la poesia dal cancello o dal pianerottolo di casa, rispettando quindi il distanziamento sociale.

Il successo dell'iniziativa

Dopo solo due settimane le poesie a domicilio hanno già conquistato il pubblico ravennate. Sono state già consegnate infatti una trentina di poesie e le richieste sono in crescita. "Non ci aspettavamo questo successo - confessa Marco Montanari - pensavamo che il progetto rimanesse all'interno del nostro gruppo di amici e conoscenti, invece la cosa in quattro giorni si è allargata in maniera inaspettata. Evidentemente c'è un'esigenza da parte delle persone".

Fra le poesie più richieste al momento c'è sicuramente "Amicizia" di Borges, non a caso sono molti gli ordini fatti per un amico, un regalo per una persona a cui si vuole bene ma che al momento non si può incontrare. Ma sono tanti anche gli ordini fatti dai nipoti per inviare una sorpresa ai nonni.

E il successo dell'iniziativa ha portato i lettori di Spazio A a fare qualcosa di più. Le poesie a domicilio infatti sono gratuite, ma tanti vogliono fare un'offerta. Quindi vista la richiesta crescente Spazio A ha deciso di raccogliere le offerte sull'iban dell'associazione Galla e Teo per poi devolvere le donazioni a un ente a sostegno della cultura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento