Le meraviglie dell'autunno in 4 itinerari fra parchi cittadini e natura selvaggia

Si può ammirare tutto il fascino del fall foliage nella provincia ravennate. Tra giardini di città e scampagnate nelle foreste, i colori dell'autunno e gli animali selvatici

L'autunno è un periodo perfetto per apprezzare la natura che ci circonda. Il tempo è ancora mite, le ore di luce sono sufficienti per una lunga scampagnata, ma soprattutto in questa stagione la natura si tinge di colori incredibili. In questo periodo è facile trovarsi immersi tra le mille sfumature di verde, rosso, giallo e arancione che contraddistinguono il periodo autunnale: è il cosiddetto “fall foliage”, uno spettacolo naturale affascinante in cui le foglie cambiano colore e cadono a terra, preparando le piante al lungo inverno e alla rinascita primaverile.

Uno spettacolo della vita, potremmo dire, che ciascuno di noi può ammirare con una piccola passeggiata in campagna, ma anche in alcuni giardini cittadini. E se vi serve qualche consiglio, sappiate che la provincia di Ravenna è piena di paesaggi incantevoli, parchi e itinerari in cui lasciarsi incantare dai colori dell'autunno. Eccovi dunque quattro possibili itinerari nella provincia di Ravenna che sapranno donarvi pace ed emozioni.

A spasso tra parchi e giardini di Ravenna

Ravenna non è solo la città dei mosaici, è anche un luogo pieno di scorci incantevoli e di piccole oasi naturali. Se ci pensate su sono davvero tanti gli spazi verdi disseminati nei vari angoli della città. Giusto per darvi qualche idea ci sono il Parco della Rocca Brancaleone con le mura medievali che racchiudono diverse specie di alberi, proprio come nei Giardini Pubblici. Ci sono anche il Parco Teodorico (che sorge attorno al noto Mausoleo) e il Bosco Baronio, due ampi spazi verdi, entrambi caratterizzati dalla presenza di un laghetto dove non è affatto raro incontrare anatre, oche, garzette e altri uccelli selvatici.

Il Parco Bucci a Faenza

Se vi vien voglia di fare una tappa a Faenza, non mancate di far visita al Parco Bucci, il principale spazio verde della città manfreda. Sorto su un'antica piazza d'armi, il parco faentino si estende per oltre oltre otto ettari ed è caratterizzato dalla presenza di un gran numero di specie arboree (si contano circa 1580 piante) e due laghi collegati da un ruscelletto. Anche qui la fauna è ben rappresentata con anatre, volpoche, cince, capinere e tanti altri.

Il fiume Lamone, un viaggio tra terra e acqua

Per chi vuole provare qualche escursione più lunga e "avventurosa", vale la pena risalire il corso del Fiume Lamone. Mare, laguna, pianura e foresta, sono tanti e tutti affascinanti gli ambienti naturali che si possono osservare percorrendo gli argini del fiume. Si può partire da Marina Romea e poi addentrarsi nella foresta allagata di Punte Alberete, nella pineta di San Vitale, ma anche allungare il passo e raggiungere Palazzo San Giacomo a Russi, l'Ecomuseo delle Erbe Palustri a Villanova di Bagnacavallo e addirittura la città di Faenza. Si passa dall'acqua dolce del fiume a quella salata del mar Adriatico, dalla ricca terra dei campi coltivati, alle lagune salmastre. E anche qui non sarà difficile fare incontri tra stormi d'uccelli e qualche animaletto selvatico.

Il Parco regionale della Vena del Gesso

Attraversa i territori di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme il Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola, una delle eccellenze dell’Appennino romagnolo. Un'area molto estesa che va dalla vallata del Fiume Lamone a quella del Torrente Sillaro e interessa il territorio di sei comuni fra Ravenna e Bologna. Si tratta di una delle maggiori zone carsiche gessose d’Europa, con grotte di indubbia fama come la Grotta Tanaccia di Brisighella e la Grotta di Re Tiberio a Riolo Terme. E dalla vetta di Monte Mauro (515 metri), la più elevata della Vena del Gesso romagnola, si può godere di una ammaliante vista del Parco, con il suo vasto sistema di rupi e declivi ricoperti da una vegetazione ricca di alberi e arbusti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "Emilia-Romagna zona gialla da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Camion dei pompieri si ribalta di ritorno da un incidente: 3 feriti in ospedale

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Un lupo alle porte del centro città: "Ha la rogna, ma non è pericoloso"

  • Coronavirus, numeri ancora alti: 17 vittime nel ravennate, muore un 55enne

Torna su
RavennaToday è in caricamento