rotate-mobile
social Cervia

È di Cervia il miglior stabilimento della riviera: tanti ravennati premiati nella Guida ai beach club d'Italia

La pubblicazione premia le strutture balneari con una scala da 1 a 3 ombrelloni. Menzioni anche per altre realtà ravennati

Un volume che giudica i migliori stabilimenti balneari e che, invece delle "stelle" usate per i ristoranti, valuta le strutture con una scala che va da 1 a 3 ombrelloni. E' stata presentata a Bologna, all'Hotel Majestic, la "Guida ai migliori Beach Club d’Italia", alla presenza degli autori, il giornalista Andrea Guolo e Tiziana Di Masi, attrice teatrale, scrittrice e blogger, seguita dalla premiazione delle realtà più virtuose dell’Emilia-Romagna. L’appuntamento si è concluso con un talk a più voci con l’imprenditore Andrea Baccuini e il Coordinatore Fiba Confesercenti Emilia-Romagna Riccardo Santoni, conclusa da un intervento del Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, secondo cui “il turismo è un gioco di squadra, perché i territori si promuovono in modo efficace solo insieme”. 

Il titolo di miglior beach club della regione, denominato Gruppo Duetorrihotels Award, è stato consegnato al titolare di Fantini Club di Cervia, Filippo Fantini, terza generazione aziendale della famiglia Fantini. Fondato nel 1959, oltre a conquistare i 3 Ombrelloni, riportano i curatori della Guida, “ha fatto e continua a fare la storia del concetto di beach club in Italia”. A imporsi nella ristorazione, conquistando il Cà Maiol Award - Best beach restaurant Fvg 2024, è Boca Barranca a Marina Romea, protagonista negli anni di una trasformazione qualitativa importante sotto la gestione di Eugenio e Francesca, con la cucina affidata a Irvin Zannoni. 

Il premio San Greg by Feudi di San Gregorio Award per il miglior design è invece andato a Globus Beach a Milano Marittima, concepito come un vero “salotto del mare”. L’Audit People Award, premio per la qualità e la sostenibilità, è stato conquistato da Spiaggia Le Palme di Riccione, struttura di proprietà del Gruppo Leardini, ai vertici dell’offerta regionale con 3 Ombrelloni. È invece il Prestige di Lido delle Nazioni ad aver vinto il Doumix Award per il best beverage della regione, grazie alla sua importante cantina e a un’ottima carta cocktail. La miglior location è invece il Maré di Cesenatico, che si è aggiudicato il Meraviglioso Club Award grazie alla sua posizione a ridosso del Porto Canale Leonardesco di Cesenatico. Infine, Grand Hotel Majestic “Già Baglioni” Award, premio dedicato al mood e all’atmosfera, è stato attribuito dal Direttore Biondi a Singita Miracle Beach di Marina di Ravenna, un brand diventato famoso per il suo rito dell’aperitivo al tramonto.

“Siamo davvero orgogliosi di avere ospitato un evento che pone al centro gli imprenditori e gli operatori del turismo italiani - ha commentato Franco Vanetti, General Manager del gruppo di cui il Majestic - in quanto ambasciatori dell’accoglienza Made in Italy a Bologna e nelle altre città dove sorgono i nostri 5 stelle, siamo sensibili a tutto ciò che permette di valorizzare il grande potenziale del nostro paese in termini di bellezza, cultura e ospitalità”. 
“Questo appuntamento  - ha aggiunto Tiberio Biondi, direttore della struttura - è uno sprone per tutto il settore dell’ospitalità: il messaggio che emerge è che la qualità è fatta di ricerca e perfezionamento costanti”. 

"Veniamo da un anno straordinario come presenze turistiche, nonostante i danni provocati dall’alluvione dello scorso maggio, un dato che ci fa guardare alla prossima stagione con ottimismo” ha dichiarato Bonaccini. “Questo risultato è dovuto al grande lavoro di squadra tra le istituzioni e gli operatori, e alla tenacia dimostrata dai romagnoli. Il nostro obiettivo è crescere, anche puntando sugli investimenti”.

La cerimonia di premiazione dei Beach Club e presentazione della Guida-2

La Guida ai migliori Beach Club d’Italia

La Guida ai migliori Beach Club d’Italia è un progetto editoriale che copre un ambito finora trascurato nonostante la sua rilevanza economica e sociale. I curatori della guida, il giornalista Andrea Guolo e l’attrice Tiziana Di Masi nel ruolo di consulente esperienziale, hanno percorso oltre 9mila km attraverso le regioni costiere italiane recensendo 225 strutture, 18 delle quali in Emilia-Romagna. A ciascun beach club è stato attribuito un voto, espresso in centesimi per ogni criterio (location, servizi, design, food, beverage e mood della struttura) assegnando 1, 2 o 3 Ombrelloni. 


Focus sulla Riviera romagnola: modelli e strategie per il futuro

Con gli autori della Guida sono saliti sul palco Andrea Baccuini (CEO & Partner 5 Club, Italian Leisure Management - Autore di Io sono Turismo, Gribaudo 2023) e Riccardo Santoni (Coordinatore Fiba Confesercenti Emilia-Romagna). È nato così un momento di riflessione sul fenomeno beach club, che si è allargato alle prospettive di crescita del turismo balneare. Un percorso irto di sfide: sono stati analizzati l'impatto a lungo termine dell'alluvione del maggio scorso e – tema di scottante attualità – le conseguenze del recepimento della direttiva Bolkestein.  Come ha ricordato Andrea Baccuini, l’Emilia-Romagna incarna un modello di sviluppo di grande successo, anche grazie alla capacità di portare l’entertainment sulle spiagge. “Ma è un modello da ripensare per continuare a essere competitivi, se ci si siede sugli allori si smette di evolversi. Oggi – ha affermato – stiamo attraversando una mutazione antropologica del turista, ormai “tur-insta”: sceglie le sue mete guidato dalle tendenze sui social, le stesse che contribuisce a creare. Questo deve spronarci a rivoluzionare il nostro approccio per creare vero engagement”. “Puntando i riflettori sulle nostre coste vogliamo evidenziare i modelli positivi che ci circondano” ha concordato Riccardo Santoni, il coordinatore di Fiba Emilia-Romagna, il sindacato degli imprenditori balneari di Confesercenti. “Gli stabilimenti sono l’ossatura del modello romagnolo, che si è dimostrato vincente. Ma servono certezze e tutele per preservare questo ecosistema virtuoso: la revisione delle concessioni marittime deve essere affrontata insieme agli operatori”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È di Cervia il miglior stabilimento della riviera: tanti ravennati premiati nella Guida ai beach club d'Italia

RavennaToday è in caricamento