social

Ravenna Futura, già 42 ristoratori entrano nella rete degli esercenti green

L'obiettivo è sensibilizzare le attività nella realizzazione di piccoli gesti virtuosi rivolti alla tutela dell'ambiente e alla promozione dell'economia circolare

Sono già 42 i ristoratori ravennati che hanno aderito al progetto Ravenna Futura, la rete di esercenti green promossa dall’Amministrazione comunale nata da una proposta di HeraLAB, il laboratorio di idee di Hera, con l’obiettivo di sensibilizzare le attività nella realizzazione e compimento di piccoli gesti virtuosi rivolti alla tutela dell'ambiente e alla promozione dell'economia circolare, partendo dal concetto di sostenibilità.

L’adesione è gratuita e consente ai ristoratori che si impegneranno nella corretta gestione della raccolta differenziata dei rifiuti, nella riduzione degli sprechi alimentari tramite la promozione della food bag (progetto “E Scartoz”) e nella valorizzazione dell’acqua di rete con la relativa somministrazione ai propri clienti (iniziativa “Acqua doc a km 0”) di essere riconoscibili grazie al marchio Ravenna Futura e di poter fruire di specifiche iniziative di promozione e valorizzazione. Ad esempio sono stati realizzati specifici contenitori e sacchetti per il cibo avanzato dai clienti, in grado di garantirne anche l’igiene e la sicurezza per le fasi di trasporto e conservazione, e (fino ad esaurimento) saranno messe a disposizione degli esercenti che aderiscono bottiglie in vetro dal design ricercato e accattivante che richiama l’arte del mosaico, realizzate grazie alla partnership con Sicis Srl, un'azienda di rilievo a livello internazionale.

Il sindaco Michele de Pascale nei giorni scorsi ha visitato alcuni dei ristoranti aderenti, complimentandosi con i titolari “per l’attenzione al tema della sostenibilità, che è al contempo sinonimo di rispetto per l’ambiente ma anche di considerazione nei confronti del cliente. Con questo progetto si è inoltre innescato un circuito virtuoso che comprende anche la valorizzazione della nostra identità e del nostro patrimonio artistico – culturale, grazie alla collaborazione con Sicis”.

L’iscrizione all’iniziativa va fatta online nella sezione del sito di Hera compilando l’apposito modulo: https://bit.ly/RavennaFutura Il progetto, finanziato da Atersir e Regione Emilia-Romagna, è stato realizzato da Hera partendo da una proposta di HeraLAB.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna Futura, già 42 ristoratori entrano nella rete degli esercenti green

RavennaToday è in caricamento