← Tutte le segnalazioni

Altro

Daini, la segnalazione: "Ma le altane della proviincia sono a norma?"

Guardando le altane (per la soluzione del problema daini) 6 e 7 poste nella zona di via Bevanella, mi sono chiesto se rispondono alla normativa riguardante la sicurezza sul lavoro.

Gli operatori che usano dette altane, "lavorano" di fatto per l'Ente Provincia. leggendo il Decreto Legislativo 81 del 2008 mi viene difficile credere che quelle strane torri metalliche appoggiate nel fango siano postazioni sicure.

Superando di fatto i 2metri di altezza (ne sono di sicuro 6) e leggendo che il Decreto sopra citato prevede l'obbligo di avere il corso "lavori in quota" per gli operatori che superano i due metri dal suolo, mi chiedevo se i cacciatori (operatori per conto della Provincia) abbiano detto requisito.

la sicurezza non dovrebbe essere trascurata nemmeno per sparare ai daini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Non si può " semplificare" il problema sicurezza attribuendo l'organizzazione degli abbattimenti ai semplici cacciatori! Dietro ad una scelta così seria e " sofferta" c'è uno studio del territorio e una compatibilità dell'esubero dei capi. Non posso credere che la " soluzione" sia stata frutto di tante considerazioni e la realizzazione degli abbattimenti organizzata a sportivi della domenica. Questo è un problema gestito e risolto da un Ente Pubblico che non può permettersi certe mancanze perché esso stesso garante delle Regole. I signori che salgono sulle " torri" hanno il diritto dovere di essere tutelati e garantiti nel servizio che fanno! Volendo mettere da parte le polemiche sulla necessità di abbattere i daini, rimane la necessità di tutelare gli operatori che eseguono un servizio per un Ente Pubblico. Invece di criticare le mie perplessità date delle risposte tecniche che garantiscano i parametri della sicurezza.

  • Al signor" gab" rispondo: il mio ambiente di lavoro e' fortemente tutelato e Controllato, e quantomeno dopo una segnalazione pubblica sarebbe stato sottoposto a verifiche. Quando tutto questo non succede c'è qualcosa che non va! "Basterebbe " che un responsabile dell'ente preposto dicesse " e' tutto in regola", se questo non succede lascia seri dubbi sull'onesta di chi gestisce la cosa Pubblica.

  • Sarà ma se volessi fare un lavoro con quelle attrezzature sono sicuro che la " legge" correrebbe a salvarmi ( punendomi). Se un operatore si dovesse far male e rimanere invalido, oltre al danno per la persona ci sarebbe un serio danno per la comunità che dovrebbe economicamente aiutarlo. E poi bisognerebbe valutare il rischio di un'arma di precisione ( come quelle usate dagli addetti della provincia) che potrebbe mandare colpi accidentali in una zona adiacente a strade, case e luoghi di passaggio. (

  • Concordo con " Bessagalena " e aggiungo che mi piacerebbe controllare le eventuali proprietà o ambienti di lavoro che frequenta il signore che con tanta " preoccupazione " segnala l'eventuale insicurezza delle altane.................... Ma pensate alle cose serie e ai tanti problemi veri che affliggono i cittadini !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Quello che conta è l'altezza dell'impiantito, non quella dell'insieme. Quanto a considerare i cacciatori come "operai" della Provincia, riconosco che Lei è dotato di potenti ventose che le consentono di arrampicarsi su specchi molto lisci ...

Segnalazioni popolari

  • Via allagata a ogni temporale, la rabbia dei residenti: "Passeremo ad azioni legali"

  • "Via Gulli fuori controllo": i residenti chiedono più sicurezza

  • Via Baiona insicura, la denuncia di un lavoratore: "Situazione ormai insostenibile"

  • Gatto scomparso da Marina Romea: aiutiamo a ritrovarlo

Torna su
RavennaToday è in caricamento