← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Rifiuti abbandonati, la Pigna: "A quando le fototrappole promesse?"

Redazione

Era il 16 ottobre 2018 quando il Consiglio comunale di Ravenna approvò all’unanimità il nostro ordine del giorno che chiedeva al Sindaco di Ravenna Michele de Pascale di adottare e utilizzare il sistema di telecamere mobili, le così dette “fototrappole”, al fine di individuare e sanzionare i responsabili dell’abbandono di rifiuti ingombranti e/o pericolosi. Ad oggi, non risulta alcuna azione da parte dell’amministrazione de Pascale in questo senso, mentre si registrano, ormai quotidianamente, episodi di abbandono di rifiuti di vario tipo. Insomma, gli incivili continuano ad agire indisturbati sapendo che non verrano individuati e sanzionati. E mentre a Ravenna il sindaco se ne infischia anche di questo problema, é notizia di questi giorni che a Rimini, dopo aver installato le Fotocamere di Controllo Ambientale (afc), sono state individuate oltre cento irregolarità in un solo mese. Lo stesso dicasi per Forlì, dove l’utilizzo delle fototrappole ha consentito in poche settimane di sanzionare 68 responsabili di abbandono di rifiuti. Ravenna continua, invece, a essere una  “zona franca“ per  il degrado urbano e la sporcizia, grazie a un'amministrazione completamente assente. De Pascale, da noi interrogato sulla questione già mesi fa, si é ben guardato dal fornire risposte e giustificazioni del ritardo. Attendiamo, quindi con ansia, e con noi numerosi cittadini, di sapere quando verrà data esecuzione alla delibera del Consiglio comunale permettendo così al nostro territorio di non essere più la discarica degli incivili. 

Veronica Verlicchi, capogruppo della Pigna

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

  • Raccolta differenziata inadeguata: "Situazione intollerabile"

  • "Ponte pericoloso sulla Provinciale dopo la chiusura della Ravegnana"

  • Alcol e droga nelle 'notti da sballo': "Serve una svolta radicale per il turismo"

  • "Aria irrespirabile a causa dei bidoni dell'organico"

Torna su
RavennaToday è in caricamento