rotate-mobile
social

In bici da Ravenna a Roma sulle orme di Anita Garibaldi

L'iniziativa è di Acsi che, partendo dalla Romagna, porterà una rosa da piantare al Gianicolo, simbolo di una donna all'avanguardia

Un viaggio "lento" da svolgere quasi totalmente con il naso all'insù, per apprezzare i luoghi attraversati. Ma anche un tour sulle orme di una donna che ha portato una visione d'avanguardia nell'Italia e nell'Europa del suo tempo. L'Associazione centri sportivi italiani (Acsi), settore ciclismo, di Ravenna organizza un vero e proprio mini giro d'Italia in bici, passando nei luoghi visitati da Anita e Giuseppe Garibaldi, nel loro tentativo di portare aiuto e solidarietà ai visionari insorti italiani. La presentazione del progetto si terrà giovedì16 maggio alle 15.30, nei pressi del Cippo di Anita a Mandriole, alla presenza delle istituzioni e degli organizzatori. Il viaggio partirà dal Monumento ad Anita in viale Farini, sempre a Ravenna, con l'obiettivo di arrivare a Roma, al Gianicolo, dove verrà piantata una rosa in ricordo di Anita, alla presenza delle autorità cittadine e delle scolaresche che se ne prenderanno cura.

La traccia del viaggio costruita insieme alla Fiab, Federazione italiana ambiente e bicicletta, e i luoghi toccati saranno in seguito raccolti da Acsi Ciclismo Ravenna: chiunque potrà organizzare il suo giro in bici con i propri tempi e raccontare la sua avventura, inviando alla conclusione le foto che testimoniano la sua impresa, con Acsi che premierà a fine stagione sportiva i partecipanti. Modalità e altro saranno pubblicate entro giugno sulla pagina Facebook di Acsiciclismo Ravenna,

Il gesto del pedalare e portare un fiore, spiegano da Acsi, è un simbolico, con la speranza che nel crescere e curarlo i ragazzi possano capire e porre attenzione sulla figura di Anita come donna. Il viaggio parte dalla stessa terra romagnola martoriata un anno fa da due alluvioni in rapida sequenza e che ha visto la generosa solidarietà degli “angeli del fango”; certo, proseguono gli organizzatori, con toni e tonalità minori questo viaggio mette un ponte ideale tra eroi del risorgimento ed eroi moderni, sempre al centro gli ideali e la generosità senza secondi fini: la memoria del passato per ben vivere il presente.

Anita ha una vita breve, ma intensa come del resto molte altre figure di riferimento del Risorgimento. A questa caratteristica somma l’essere una donna di un paese del cosiddetto Sud del Mondo, l’Argentina, che oggi, aggiunge Acsi, risuona come più di un avvertimento a tutta quella letteratura che considera gli abitanti non occidentali su un gradino inferiore. Ma, fattore ancor più eclatante, Anita ha una vita molto al di fuori degli schemi precostituiti dell’epoca sulle donne: Anita è una donna, addirittura una donna del Sud, del terzo mondo, eppure vive come un'occidentale, come un uomo del Risorgimento; ama la natura e il senso di libertà che si prova nel cavalcare liberamente nella sua forza primitiva in Argentina: è una infermiera, ma anche un soldato, ma anche una madre. Merita di non cadere nell’oblio e di essere ricordata da tutte le nuove generazioni.

Le tappe del viaggio sulle orme di Anita

  • Giovedì 16 maggio alle ore 15.30 al Cippo di Anita a Mandriole presentazione del progetto con la partecipazione delle autorità pubbliche e gli organizzatori
  • Venerdì 17 maggio, prima tappa da Ravenna (Monumento ad Anita in viale Farini) a Palazzolo sul Senio con sosta al Monumento a don Giovanni Verità a Modigliana
  • Sabato 18 maggio, seconda tappa da Palazzolo sul Senio a Prato
  • Domenica 19 maggio, terza tattpa da Prato a Volterra, dedicata a Gino Bartali, "Giusto tra le Nazioni"
  • Lunedì 20 maggio, quarta tappa da Volterra a Follonica
  • Martedì 21 maggioo, quinta tatta da Follonica a Orbetello con sosta al Monumento a Garibaldi a Cala Martina
  • Mercoledì 22 maggio, sesta tappa da Orbetello a Santa Marinella 
  • Giovedì 23 maggio, settima tappa da Santa Marinella a Roma
  • Venerdì 24 maggio, Cerimonia al Gianicolo della posa della Rosa alla presenza delle autorità cittadine, delle scuole e degli alunni che si prenderanno cura della rosa

Tutti i dettagli del viaggio saranno in seguito messi sulla pagina Facebook di Acsiciclismo Ravenna, che promuoverà il tour in maniera permanente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In bici da Ravenna a Roma sulle orme di Anita Garibaldi

RavennaToday è in caricamento