Albana e Sangiovese di qualità: le cinque cantine ravennati premiate dai sommelier

La provincia di Ravenna si conferma terra di ottimi vini. Sono ben cinque le imprese che ottengono le "Quattro viti" dell'Ais

In tutto sono 14 le cantine della Romagna che hanno ottenuto le “quattro viti”, il massimo punteggio attribuito dai sommelier Ais (Associazione italiana sommelier) nella guida nazionale Vitae 2021. Una in più rispetto allo scorso anno a testimonianza di una asticella dell’eccellenza che si alza sempre di più in tutte le latitudini, da Imola al riminese. Nella provincia di Ravenna sono cinque le realtà premiate. Ma al di là dei numeri è la tipologia dei vini premiati a lasciare il segno.

Se la Romagna si conferma terra di rossi con il Sangiovese nella versione Superiore e Riserva (7 vini top), la novità è il consolidamento della Albana di Romagna, il vitigno bianco autoctono per eccellenza della nostra terra, che si porta a casa una cinquina nella versione secco (3) e passito (2). E a riprova di una rinascita degli autoctoni, ecco anche un “Centesimino”, risultato impensabile fino a qualche anno fa. Chiude il panorama un vitigno internazionale, il Cabernet, l’unico premiato del gruppo. Complessivamente sono 78 le aziende della Romagna presenti in guida per un totale di 369 vini degustati, Coordinatore della guida Vitae per la Romagna è Vitaliano Marchi, sommelier di Ais Romagna.

Tornando alle "quattro viti", nel Ravennate il Sangiovese batte l'Albana 3 a 2. Sorride il territorio faentino con tre cantine premiate, mentre le altre imprese sono nei comuni di Brisighella e Castel Bolognese. Questi i vini e le rispettive cantine della provincia di Ravenna che hanno ottenuto le “quattro viti”: 

  • Romagna Albana Secco Fiorile 2019 - Fondo San Giuseppe (Brisighella)
  • Romagna Albana Secco Santa Lusa 2018 – Ancarani (Faenza)
  • Romagna Sangiovese Marzeno Pietramora Riserva 2016 - Fattoria Zerbina (Marzeno)
  • Romagna Sangiovese Serra Monte Brullo Riserva 2016 - Costa Archi (Castel Bolognese)
  • Romagna Sangiovese Superiore Crepe 2019 - Ca’ Di Sopra (Marzeno).

La Guida Vitae assegna anche altre due tipologie di riconoscimenti: Coup de Coer (i vini emozionali) e il rapporto qualità/prezzo. Anche in questo caso le cantine della nostra provincia si sono distinte. Vince il Coup de Coeur il Romagna Albana Passito Scacco Matto 2016 di Fattoria Zerbina (Marzeno), mentre per il rapporto qualità/prezzo vengono premiati: Romagna Sangiovese Superiore Centurione 2019 di Ferrucci (Castel Bolognese), Romagna Trebbiano Corallo Argento 2019 di Gallegati (Faenza) e Romagna Sangiovese Superiore Solano 2018 di Podere la Berta (Brisighella).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento