menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Romagna e Sangiovese: tutti i benefici di un buon bicchiere di vino

Uno dei prodotti più celebri del nostro territorio: ma bere vino non è solo un momento di piacere, ci sono anche tanti vantaggi per la nostra salute

Autentico gioiello della Romagna, il Sangiovese è il vino rosso più apprezzato e consumato nel nostro territorio. Non per niente il Sangiovese di Romagna è un vino DOC (Denominazione di origine controllata) e la sua produzione è consentita solo nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini e in sette comuni della provincia bolognese.

Il Sangiovese in Romagna e in Italia

Il consumo di questo vino rosso è attestato in Romagna fin dal '600: pare infatti che durante un banchetto nel Monastero dei Frati Cappuccini a Santarcangelo di Romagna, alla presenza di Papa Leone XII, fu servita una bevanda prodotto proprio con le uve del Sangiovese. Un vino che nelle sue caratteristiche si dice rappresenti alla perfezione l'indole romagnola: il Sangiovese si presenta esuberante e schietto al palato, è robusto e a volte un pochino ruvido.

Ma questo vitigno non è importante solo per i romagnoli. La vite di Sangiovese viene coltivata su circa l'11% del territorio nazionale e le sue uve vengono utilizzate, in diverse percentuali, anche per la produzione di altri famosi vini, come il Brunello di Montalcino e il Chianti.

Il Sangiovese, come altri grandi vini rossi costituisce un perfetto collante tra generazioni. Secondo l’indagine “Mercato Italia - Gli italiani e il vino” si stima che 9 cittadini italiani su 10 consumino vino. La stessa ricerca indica che si beve di meno (-26%) rispetto a vent’anni fa, ma la pratica è molto più diffusa tra la popolazione e, in generale, si beve in modo più responsabile: la media è di 2-4 bicchieri a settimana.

Benefici

Oltre alla storia, alla tradizione, al piacere di gustare un buon bicchiere di vino in compagnia, ci sono tante altre buone ragioni per bere Sangiovese, o in generale, il vino, ovviamente in modo responsabile.
Spesso si trascura questo fattore, ma il vino possiede un gran numero di proprietà benefiche per la nostra salute, proprio per questo è bene inserirlo nella nostra dieta. Vediamo alcuni di questi vantaggi.

  • Il vino contiene resveratrolo, un polifenolo con proprietà antiossidanti che rallenta il processo di invecchiamento.
  • Aiuta a liberare le endorfine presenti nel cervello, diminuendo la depressione.
  • Grazie alle sue proprietà antimicrobiche, blocca la crescita dei batteri quali lo streptococco, relazionato a carie e gengivite
  • Uno o due bicchieri di vino rosso al giorno possono aiutare a ridurre il rischio di problemi cardiovascolari.
  • Ha un’azione fibrinolitica e antitrombotica.
  • Secondo alcune ricerche il vino rosso, se consumato quotidianamente, contrasta l’accumulo di grassi nel fegato e nel nostro organismo, mantenendo quindi bassi i livelli di glicemia nel sangue. 
  • Riduce i grassi nel sangue, quindi è consigliato per le persone che hanno un alto livello di colesterolo.
  • Inoltre il vino riduce sensibilmente la sensazione di fame: soprattutto nei casi di fame nervosa, una piccola quantità potrebbe portare a non aver bisogno di mangiare altro cibo.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento