rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Speciale

Volley, una Calzedonia praticamente perfetta sovrasta la Bunge

“Abbiamo giocato i primi due set in modo davvero imbarazzante - afferma coach Fabio Soli -. Dobbiamo ricordare che il nostro deve essere un gioco di sacrificio, contro Verona non lo abbiamo capito e loro ci sono passati sopra come un rullo"

Non basta uno sprazzo di bella Bunge, nel terzo set, per contrastare una Calzedonia quasi perfetta, trascinata dai suoi assi Kovacevic, Djuric e Baranowicz. La squadra di Soli incontra i veronesi nel periodo sbagliato e si inchina in tre frazioni ai gialloblù, che con la nuova guida tecnica di Grbic hanno vinto tre gare di fila per 3-0. Nei primi due periodi non c’è quasi nulla da fare contro gli scatenati avversari, ma poi nel terzo, quando i padroni di casa allentano un po’ la presa, Lyneel e compagni dimostrano il loro valore con una orgogliosa reazione che li porta a lottare alla pari. In vantaggio 22-21, ai giallorossi è mancato quel pizzico di fortuna in più per riuscire a strappare il set e, di conseguenza, riaprire il match. Non c’è però tempo di rifiatare, in quanto venerdì prossimo è già ora di scendere in campo nell’anticipo televisivo del Pala De André contro l’Exprivia Molfetta.

“Abbiamo giocato i primi due set in modo davvero imbarazzante - afferma coach Fabio Soli -. Dobbiamo ricordare che il nostro deve essere un gioco di sacrificio, contro Verona non lo abbiamo capito e loro ci sono passati sopra come un rullo. È stato sicuramente merito loro ma anche demerito nostro. Siamo venuti meno a noi stessi. I ragazzi non si meritano di giocare partite così; in altre abbiamo dimostrato di saper reagire come nel terzo set ma non è stato sufficiente. Entrare in campo con il piglio dei primi due set è veramente da suicidio. Il terzo è figlio di una partita in cui noi non avevamo più niente da perdere e Verona da un due a zero abbastanza netto; ci sta da parte loro un po’ di calo mentre da parte nostra forse un po’ di orgoglio”.

“Siamo arrivati a questa partita che non eravamo al 100% - commenta Simone Anzani Siamo stati bravi a reagire e a portare a casa questi tre punti che ci fanno sperare per questo inizio 2017. Tutta la squadra è in forma e abbiamo ripreso consapevolezza di noi stessi, cosa che prima ci mancava. Stiamo lavorando tutti duramente, la strada è quella giusta quindi dobbiamo proseguire così”.

continua nella pagina successiva ====>

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, una Calzedonia praticamente perfetta sovrasta la Bunge

RavennaToday è in caricamento