rotate-mobile
Sport

Vela, seconda prova del 34° campionato d'inverno organizzato dal Ryc di Marina

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Una bella giornata di sole, ieri, ha accompagnato i concorrenti che hanno incrociato le prue sul mare antistante il litorale di Marina di Ravenna per la II Prova del Campionato d'inverno organizzato dal Ravenna Yatch Club di Marina di Ravenna.


Un fresco vento di maestrale ha consentito al Comitato di Regata di preparare un percorso "a Bastone" che prevedeva tre lati di bolina e tre lati di poppa per la flotta più numerosa, quella delle imbarcazioni Open/ORC. Le rimanenti 35 barche, che competono nelle Classi Vele Bianche/ORC, si sono invece sfidate su un percorso alternativo. Questo percorso comprendeva un lato da percorrere con le andature più difficili: la bolina e la poppa.

La concitata partenza della prima flotta, che ha visto lo sforzo di timonieri e tattici per ottenere la migliore posizione al momento dello start, ha prodotto illustri vittime; infatti Shear Terror di Setti/Salotti e Lunica di Costa, favoriti della vigilia, sono incorsi in infrazione OCS, cioè hanno anticipato la partenza, tanto che il Comitato di Giuria è stata costretto a comunicare la giusta squalifica sebbene Shear Terror fosse arrivato primo al traguardo. Quest'ultimo provvedimento mette Shear Terror con le spalle al muro non potendo permettersi ulteriori leggerezze nel corso del Campionato, non avendo a tutt'oggi ancora nessun risultato valido a causa della riapertura di una protesta che ne ha dichiarato la squalifica anche dalla prima prova, anche se l'equipaggio ha fatto ricorso all'autorità federale per la verifica della sanzione inflitta. Chi, invece, si può ben dire, naviga col vento in poppa è Fragolina, il Twelve one design di Giangrandi che per primo ha tagliato il traguardo (dopo la squalifica di Shear Terror) seguito da Irina, il Farr 40 di Guglielmo, mentre Wadadli, il veloce Melges 24 di Facchini ha regolato ancora una volta gli avversari nella classifica ORC, su tempo compensato, ottenendo di nuovo il primo posto. Nelle classi Vele Bianche bene si sta comportando Geo, il First 31.7 di Albarello che ha ottenuto un nuovo importante risultato.

Grande attenzione come sempre al rispetto delle regole, continuano infatti i controlli da parte del Comitato di Stazza, che ha eseguito su più di una imbarcazione la verifica delle conformità, con particolare riferimento alle dotazioni di sicurezza.  Il campionato prosegue quindi con il favore del meteo, vento e giornate estremamente piacevoli e con l’entusiasmo dei partecipanti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vela, seconda prova del 34° campionato d'inverno organizzato dal Ryc di Marina

RavennaToday è in caricamento