rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Sport

Acmar, coach Giordani non si accontenta: "La squadra deve crescere"

La partita contro la GoldenGas Senigallia appare particolarmente ostica: ""Il quintetto della GoldenGas è di grande valore. Non si tratta di una squadra profonda, ma i giocatori "titolari" sono di ottimo livello"

"Vorrei vedere una ulteriore crescita della squadra dopo il match vinto con la Supernova Montegranaro e vorrei creare un po’ di spazio per i ragazzi giovani che ultimamente non hanno giocato molto. Le mie impressioni sulla settimana sono particolarmente buone perché ho visto lavorare molto bene i miei ragazzi dopo il giorno di riposo supplementare concesso martedì scorso". Così Lanfranco Giordani a quarantotto ore dalla partita di Senigallia.“

"La speranza è di riuscire a portare a quota diciassette la nostra striscia di successi, ma sappiamo che troveremo un avversario particolarmente agguerrito e che non ci regalerà nulla", continua Giordani.  La partita contro la GoldenGas Senigallia appare particolarmente ostica: ““Il quintetto della GoldenGas è di grande valore. Non si tratta di una squadra profonda, ma i giocatori “titolari” sono di ottimo livello per la categoria: dovremo fare particolare attenzione a due lunghi completi come Perini e Pierantoni, che nella partita di andata ci hanno messo in grave difficoltà, e a un esterno di talento come Giroli".

"Il pericolo più grosso è legato alle condizioni psicologiche delle due formazioni: da parte nostra il rischio è di non riuscire a fare una partita importante dal punto di vista mentale, sapendo in partenza di dover contrastare un’avversaria che vorrà fare il grande colpo contro di noi per dimenticare le tre sconfitte consecutive che ha rimediato ultimamente”, conclude coach Giordani. Arbitrano i signori Bellucci di Livorno e Bongiorni di Pisa, palla a due domenica alle ore 18.00 presso il Palasport di Via Capanna, 62, a Senigallia (An).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acmar, coach Giordani non si accontenta: "La squadra deve crescere"

RavennaToday è in caricamento