Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

A 13 anni, in un solo anno di boxe conquista l'oro e la Nazionale: "Voglio diventare uno dei migliori pugili al mondo"

"E' partito tutto casualmente, volevo provare qualcosa di nuovo e sono entrato in questo sport"

Bellissima notizia per la boxe ravennate, per il maestro Dinaro Gesualdo e per Alan Memishaj. Il piccolo campione di soli 13 anni con il peso di 50kg di cui ultimamente si sta parlando molto è stato convocato per il suo primo stage con la Nazionale italiana, dopo aver vinto la medaglia d'oro lo scorso 25 aprile a Roseto degli Abruzzi. Alan si recherà il 27 maggio a Roseto degli Abruzzi, dove si allenerà per 4 giorni con la maglia azzurra.

Il giovanissimo ragazzo classe 2007 di origine albanese, che sta preparando l'esame di terza media, ha approcciato la boxe soltanto l'anno scorso, a 12 anni, eppure oggi si ritrova già con risultati strabilianti: "E' partito tutto casualmente - racconta Memishaj a RavennaToday - volevo provare qualcosa di nuovo e sono entrato in questo sport. Mi è piaciuto, ho continuato, e adesso... sono qui".

La boxe richiede un impegno quotidiano nei giorni feriali, possibilmente variegato: "Mi alleno tutti i giorni 2 ore, tranne il weekend. Alcuni giorni facciamo un po' di tecnica, altri invece facciamo potenziamento, velocità al sacco, per il fiato e la resistenza. Quando mi è arrivato il messaggio del mio allenatore con la convocazione - svela il 13enne - ero emozionato e felicissimo. Dedico la convocazione ai miei allenatori, ai miei genitori e a mia sorella, che mi sostengono sempre". Il giovane svela infine il suo sogno nel cassetto: "Voglio diventare uno dei migliori pugili al mondo, spero di riuscirci".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 13 anni, in un solo anno di boxe conquista l'oro e la Nazionale: "Voglio diventare uno dei migliori pugili al mondo"

RavennaToday è in caricamento