rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Altro

Arrampicata sportiva, grande prova degli atleti romagnoli fra campionato regionale e Coppa Italia

A Reggio Emilia medaglie d'oro per la ravennate Sara Arcozzi, Gea Manetti e Andrea Lidonnici. In Coppa Italia grande argento per la faentina Giulia Randi

Ancora un weekend intenso di gare per gli atleti della'Istrice Ravenna e della Carchidio Strocchi Faenza che hanno onorato al meglio il doppio importante appuntamento previsto dal calendario agonistico 2022: a Reggio Emilia, presso la nuova palestra della Società Just Climb sono scesi in campo circa 170 atleti provenienti da tutta la regione per la prova valida sia per il campionato regionale giovanile Emilia Romagna sia per il circuito senior, entrambi specialità “lead”; a Brugherio invece, alle porte di Milano, si è svolta la seconda tappa di Coppa Italia Speed. 

Per quello che riguarda la gara di Reggio Emilia subito da menzionare il podio nelle rispettive classifiche assolute senior sia per il faentino Ernesto Placci che per la ravennate Sara Arcozzi entrambi premiati con la medaglia di bronzo; per Sara, in forza alla squadra giallorossa dell’Istrice, la giornata è stata ulteriormente impreziosita dalla conquista della medaglia d’oro nella classifica di categoria U18F. Primi della classe ed anche loro premiati con l’oro sono poi risultati anche Gea Manetti nella categoria U12F e Andrea Lidonnici nella categoria U20M. Sempre sul podio, ma con la medaglia d’argento, anche Rebecca Tritella (U10F), Ginevra Castellari (U14F), Alice Strocchi (U18F) e Sofia Marsigli (U20F), tutte in forza alla Carchidio Strocchi Faenza mentre sulla sponda giallorossa dell’Istrice Ravenna chiudono al secondo posto Ludovico Ravaglia (U14M) e Caterina Pazzaglia (U16F); a chiudere l’elenco dei medagliati si aggiunge la ravennate Elisabetta Siboni terza nella categoria U20F. Piazzamenti invece per Nicola Grilli, Giorgio Chiari, Giulia Asirelli, Michela Guerra, Sofia Gavelli, Sara Alsini, Leonardo Mendolia, Daniele Casadei, Benedetta Arcozzi, Diana Tassani, Angelica Benericetti, Adele Barbieri, Penelope Accorsi, Francesco Pazzaglia, Allegra Luccaroni, Gaia Randi, Maia Stecchi e Adele Spada; un contingente nutritissimo di atleti della nostra provincia che è valso all’Istrice Ravenna anche il primo posto assoluto nel ranking a squadre.

Mentre a Reggio Emilia si svolgeva la gara “lead”, a Brugherio, alle porte di Milano scendevano in campo invece i migliori specialisti italiani della spettacolare disciplina “speed” in una gara nella quale è stato ancora una volta abbassato il record italiano che è ora dell’incredibile tempo di 5 secondi e 42 centesimi per salire la parete di 15 metri identica ed omologata in tutto il mondo. In un contesto di “mostri sacri” ottima la prestazione della faentina Giulia Randi che conquista una splendida medaglia d’argento trascinando al secondo posto a squadre la Carchidio Strocchi, mentre le compagne di squadra Alice Strocchi e Erica Piscopo escono entrambe ai quarti di finale; nel maschile invece un po’ sottotono le prestazioni di Marco Rontini e Ludovico Borghi apparsi forse ancora leggermente “imballati” dal carico di lavoro invernale che escono entrambi agli ottavi di finale, pur ottenendo rispettivamente il terzo e quarto posto della classifica giovanile. Restano fuori dai finalisti invece Eva Mengoli, Giulia Asirelli, Elisabetta Siboni, Giulia Baldi, Caterina Pazzaglia e Nicola Grilli, alcuni dei quali hanno però onorato con la loro partecipazione entrambi gli appuntamenti agonistici del weekend.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrampicata sportiva, grande prova degli atleti romagnoli fra campionato regionale e Coppa Italia

RavennaToday è in caricamento