rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Altro Cervia

La carica dei 1000 per Triathlon Sprint a Cervia: Ilaria Zane e Alessio Crociani nuovi campioni italiani assoluti

Sono stati 1.100 gli atleti che hanno movimentato questo sabato all’insegna della triplice e del bel tempo. Tutte le categorie hanno gareggiato sullo stesso percorso e sulle canoniche distanze di 750 metri di nuoto, 20 km di ciclismo (su tre giri) e 5 km di corsa (su due giri)

Nella prima giornata del Triathlon Fest Cervia sono stati assegnati i titoli italiani individuali assoluti, Under 23, Universitari e di categoria di triathlon sprint. A indossare la maglia di campioni assoluti sono stati Ilaria Zane (Overcome Team) e Alessio Crociani. Tra gli Under 23 hanno vinto il titolo tricolore Angelica Prestia (Raschiani Triathlon Pavese) e Nicolò Strada (C.S. Carabinieri-Raschiani Tri). Gioia doppia per la Prestia che ha conquistato anche il titolo universitario, appannaggio al maschile di Samuele Angelini (G.S. Fiamme Oro). Sono stati 1.100 gli atleti che hanno movimentato questo sabato all’insegna della triplice e del bel tempo. Tutte le categorie hanno gareggiato sullo stesso percorso e sulle canoniche distanze di 750 metri di nuoto, 20 km di ciclismo (su tre giri) e 5 km di corsa (su due giri).

Prima giornata di Triathlon Sprint 2022 a Cervia

La gara femminile

Sono state le donne (Elite, Under 23 e Universitarie) a inaugurare la giornata, con il via alle 8:30. A uscire per prima dall’acqua è stata Sharon Spimi (G.S. Fiamme Oro), seguita da Ilaria Zane. Le due battistrada, una volta salite in bici, chilometro dopo chilometro hanno guadagnato sempre più terreno sul folto gruppo delle dirette inseguitrici. Entrate in T2, sempre in testa alla corsa, hanno iniziato insieme la frazione podistica. Proprio nelle prime battute dei 5 km finali, la Zane ha aumentato il ritmo conquistando e consolidando via via il suo vantaggio sulla Spimi a andando ad aggiudicarsi il suo primo titolo tricolore di triathlon sprint. Dietro, intanto, dal gruppo si staccava un quartetto composto da Angelica Prestia (Raschiani Triathlon Pavese), Beatrice Mallozzi e Costanza Arpinelli (entrambe G.S. Fiamme Azzurre) e Giorgia Priarone (707). Le quattro, nelle ultime battute prima del traguardo, hanno raggiunto e superato la Spimi, in evidente difficoltà. La finish line ha quindi decretato Zane (57’22”), Prestia (58’00”), Mallozzi (58’06”), Priarone (58’07”), Arpinelli (58’08”) e Spimi (58’39”). Podio identico per Under 23 e Universitari con Prestia prima, seguita da Mallozzi e Arpinelli. «In acqua ho dovuto fare un “fuorigiri” per raggiungere e stare con la Spimi. Sulla strada che portava in T1 mi sono voltata, ho visto che c’era il vuoto e mi sono detta: “O adesso o mai più”. La bici è stata durissima, Sharon ha tirato fuori il 150% e io per starle dietro ho ovviamente fatto lo stesso. Nella corsa, sono riuscita a staccarla, ma avevo sempre il timore che potesse riprendermi, quindi mi sono rilassata soltanto sul rettilineo finale. È il mio primo titolo italiano di triathlon sprint che vinco e l’ho fatto a 30 anni. Quindi? Mai mollare!», il commento di Ilaria Zane subito dopo la vittoria.

La gara maschile

Alle 12:30 è partita la competizione degli uomini (Elite, Under 23 e Universitari). Come già visto in quella femminile, è stato il ciclismo a fare una prima selezione e la corsa a decretare il podio. In sella, infatti, a prendere il comando è stato un terzetto formato da Alessio Crociani (G.S. Fiamme Azzurre), Nicolò Strada (C.S. Carabineri-Raschiani Tri) e Gianluca Pozzatti (707), seguiti a 50 secondi da un gruppo molto numeroso in cui pedalavano, tra gli altri, Michele Sarzilla (DDS-7MP Triathlon Team), campione uscente, Nicolò Ragazzo (Valdigne Triathlon) e Samuele Angelini (G.S. Fiamme Oro). Dopo essere rientrati in T2 insieme, Crociani ha allungato il passo riuscendo a lasciarsi dietro i due diretti avversari. Il traguardo ha salutato Crociani (51’06”) come campione assoluto e Under 23, seguito da Strada (51’35”), secondo anche tra gli Under 23, e Pozzatti (51’42”). A completare il podio U23 è stato Angelini (quarto assoluto in 52’13”), che ha vinto il titolo tra gli Universitari, davanti ad Alessandro De Angelis (Minerva Roma), quinto assoluto in 52’19”, e Nicolò Ragazzo (Valdigne Triathlon), sesto assoluto con il tempo di 52’27”. Settimo Michele Sarzilla (52’36”). «Ho trascorso un periodo davvero buio, per questo tenevo ancora di più a questa vittoria e a questa maglia. Ci ho creduto, ho stretto i denti e ora sono qui a raccontarlo. Ringrazio tutti coloro che non mi hanno mai fatto mancare il loro appoggio», le parole di Crociani all’arrivo.

Tutti i campioni italiani age group

S1: Anita Ghelardoni (Livorno Triathlon) e Samuele Faro (Magma Team)
S2: Benedetta Basso (A3 Fotomeccanica) e Federico Giusti (Firenze Triathlon)
S3: Alberta Miori (Buonconsiglio Nuoto) e Giuseppe Hernis (Raschiani Triathlon)
S4: Gloria Cisotto (Triathlon Cremona Stradivari) e Stefano Valente (Venus Triathlon)
M1: Roberta Maule (Peschiera Triathlon) e Cristiano Iuliano (TriEvolution)
M2: Marina Matarazzo (Livorno Triathlon) e Massimo Lavelli (Millennium Triathlon)
M3: Alessandra Degiugno (Valdigne Triathlon) e Federico Banti (Mantova Triathlon)
M4: Giacinta Favorani (Faenza Triathlon) e Fabio Cestaro (ASI Triathlon Noale)
M5: Virginia Rizzi (Tri Team Brianza) e Massimo Nannini (Faenza Triathlon)
M6: Rossella Carletti (Ferrara Triathlon) e Raffaele Buonocore (Ermes Campania)
M7: Michele Vanzi (T.D. Rimini)
M8: Eros Tassinari (T.D. Rimini)
M9: Gherardo Mercati (Triathlon Bergamo).

Il programma di domenica

Domenica seconda intensa giornata del Triathlon Fest Cervia, che vedrà al via delle due gare in programma 1.300 atleti. I primi a scendere in campo saranno i 200 atleti delle staffette che si sfideranno per il titolo di campioni italiani a squadre con la formula “mixed relay”: due uomini e due donne correranno un triathlon super sprint sulle distanze di 300 m di nuoto, 5 km di ciclismo e 1,5 km di corsa. Alle 12:30 sarà la volta dei 1.100 impegnati nei Campionati Italiani di Coppa Crono, la grande festa dedicata agli Age Group con team formati da un minimo di 3 e un massimo di 5 atleti che affronteranno insieme un triathlon sprint (750 m di nuoto, 20 km di ciclismo e 5 km di podismo).

Gli orari

07:00 – 17:00 apertura Expo Village
07:00 – 11:30 ritiro pettorali
07:00 – 08:15 Apertura zona cambio staffetta 2+2
08:30 – Partenza C.I. Staffetta 2+2
09:30 – 10:15 Apertura zona cambio per ritiro bici staffetta 2+2
10:45 – Premiazioni Staffetta 2+2
11:00 – 12:15 Apertura zona cambio C.I. Coppa Crono
12:30 – Partenza C.I. Coppa Crono
14:45 – circa Partenza ultima squadra
16:30 – Premiazioni Coppa Crono e cerimonia di chiusura manifestazione

Circuito Adriatic Series: il grande finale

Il circuito Adriatic Series vivrà la sua “grand final” domenica 9 ottobre a San Benedetto del Tronto (AP). La gara si disputerà su distanza sprint (750 m di nuoto, 20 km di ciclismo e 5 km di corsa). L’edizione 2022 del circuito targato Flipper Ascoli si è sviluppata su nove tappe: San Benedetto, Pesaro, Cupra Marittima, ancora Pesaro, Vieste Alba Adriatica, San Mauro Mare, Cervia (Campionati Italiani di triathlon sprint Individuali, Staffetta 2+2 e Coppa Crono, Triathlon Sprint Open) e San Benedetto del Tronto (la finale).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carica dei 1000 per Triathlon Sprint a Cervia: Ilaria Zane e Alessio Crociani nuovi campioni italiani assoluti

RavennaToday è in caricamento