rotate-mobile
Altro

Maratona di Ravenna, oltre 2.500 iscritti da 42 nazioni: pronti tre giorni di sport e divertimento

Un intero weekend dedicato a sport e benessere: alla classica 42 km, si aggiungono la mezza maratona, la Dogs & Run e altri appuntamenti

Si accendono le luci sulla 23esima edizione della Maratona di Ravenna Città d'arte, evento sportivo ma non solo. Vero contenitore di appuntamenti e di occasioni di aggregazione collettiva nel segno dello sport e del benessere, ma soprattutto dello stare insieme. Da venerdì 11 novembre si apre il weekend atteso non solo dalla città di Ravenna, ma da un territorio intero che accoglierà, nel giro di poche ore, migliaia di runner, famiglie e visitatori. Gli occhi saranno puntati sulla zona compresa fra il Pala de André di Ravenna, dove sarà allestito l’Expo Marathon Village, il MAR, Museo d’Arte Moderna della Città di Ravenna, e Via Di Roma, ma anche sull’ex Ippodromo Candiano, teatro della partenza della 10Km. Tanti gli appuntamenti. Non solo la gara regina sulla distanza di 42,195 Km incorniciata negli splendidi siti storici e artistici di Ravenna, ma un programma ricco di spunti e di occasioni per scoprire un territorio unico al mondo in un contesto internazionale e ricco di calore.

“La Maratona di Ravenna città d’Arte raggiunge il traguardo della 23esima edizione. Alla vigilia del compimento del quarto di secolo, l’evento è sempre più radicato e partecipato, premiando la passione per lo sport, ma anche per l’arte e la cultura e richiamando nella nostra città un pubblico sempre più numeroso ed entusiasta - ha detto il sindaco Michele De Pascale - L’evento è quindi motivo d’orgoglio per questa amministrazione grazie ai suoi molteplici positivi effetti che vanno dalla promozione della salute e del benessere alla valorizzazione dell’identità culturale alla diffusione dell’immagine della città. Tra le novità plaudo al rinnovo dell’area dedicata all'Expo Marathon Village che verrà allestita al Pala de Andrè; tra i numerosi spazi espositivi anche “Pompieropoli” a cura dell'Associazione nazionale Vigili del fuoco che partecipa all’evento con un campionato italiano di Mezza maratona. La partecipazione di uno dei corpi nazionali più amati in Italia e più invidiati all’estero contribuisce ad accrescere l’attenzione e l’attesa”. 

GLI APPUNTAMENTI E GLI ORARI - Venerdì 11 novembre dalle ore 10.30 si aprirà l’Expo Marathon Village, quest’anno in versione totalmente rinnovata. Ad ospitare il villaggio che rappresenterà il fulcro degli eventi e ospiterà gli stand dei servizi messi a disposizione, sarà, novità assoluta per Maratona, la struttura del Pala de André di Ravenna, teatro dei più grandi successivi sportivi ravennati e soprattutto luogo in cui la pallavolo maschile e femminile ravennate ha alzato al cielo i suoi scudetti. Una novità caratterizzante di questa edizione della HOKA Maratona di Ravenna sarà che all’esterno del Pala de André si potranno gustare i prodotti tipici degli stand dello Street Food che per l’occasione allestiranno le proprie cucine itineranti.

Sabato 12 Novembre il teatro protagonista sarà il piazzale antistante al Pala de André. Il grande spazio all’aperto tornerà per un week-end ad animarsi come un tempo. Proprio dall’esterno del palazzetto, alle ore 10.15 la partenza della Family Run, manifestazione ludico-motoria da 2 km aperta a tutti, che quest’anno dà il benvenuto ad un nuovo title sponsor EasyCoop. A seguire, alle ore 12.00 circa, il via della Dogs & Run, la maratonina a sei zampe con cani e famiglie.

Domenica 13 Novembre, alle ore 8.45 la partenza della Correndo senza Frontiere - Tutti insieme, la 3 km riservata ai disabili che prenderà il via da Porta Serrata. Alle 9.15, davanti al MAR, il Museo d’Arte della Città di Ravenna in Via di Roma, lo start della Hoka Maratona di Ravenna Città d’Arte 42K e della Ravenna Half Marathon 21K. Alle ore 9.45 dall’ex Ippodromo Candiano, il via alla Martini Good Morning Ravenna 10K. L’arrivo è invece previsto per tutte le distanze in Via di Roma.

GLI ISCRITTI – Ad oggi, ma i numeri sono in costante crescita e aggiornamento, sono già oltre 2.500 gli iscritti alle due gare competitive da 42 e 21 Km, in rappresentanza di ben 42 nazioni. A questi si aggiungono gli attuali 4.000 che si sono già registrati per la Martini Good Morning Ravenna e tutti coloro che prenderanno parte alle altre manifestazioni sportive previste nel weekend. Numeri inferiori a quelli del 2019 in epoca pre-Covid ma davvero incredibili se si considera il periodo e i dati fatti registrare nelle scorse settimane dalle tante grandi manifestazioni che in tutta Italia hanno dato il segnale di ripresa dell’intero mondo del running. È bene evidenziare che si tratta di numeri non definitivi dato che sarà possibile iscriversi fino al giorno precedente il via.

TOP RUNNER – Per l’edizione 2022 alla HOKA Maratona di Ravenna non mancheranno gli abituali top runner, che cercheranno di migliorare i precedenti record della corsa stabiliti entrambi nel 2021: nella gara maschile da Elkana Langat (Ken) in 2.10’33” e quella femminile da Shyline Jepkorir Toirotich (Ken) in 2.29’17”. In questa 23esima edizione ci proveranno in campo maschile i keniani Chelimo Nicholas Kipkorir p.b. 2.07’38”, Too Lazarus p.b. 2.10’57”, Kogei David Kipketer p.b. 2.13’46’’, Kipsang Asbel esordio e pacemaker. Tra le donne la keniana Sarah Jerop p.b. 2.41’, Viola Jepchirchir Kimeli p.b. 2.45’. Nella Half Marathon record da battere nella gara maschile l’1.03’46” di Rodgers Maiyo (Ken) nel 2021 e nella gara femminile l’1.11’42” del 2021 di Maina Veronicah Njieri (Ken). Al momento confermati in campo maschile i keniani Edwin Kibet Kiptoo p.b. 1.00’11”, Nyakundi Dickson Simba p.b. 1.00’39’’ Tra le donne le keniane Veronicah Njeri Maina p.b. 1.09’17”, Nyabochoa Ronah Nyaboke p.b. 1.11’41”.

IL PERCORSO DI MARATONA E MEZZA MARATONA – Il percorso della HOKA Maratona di Ravenna città d’Arte sarà invariato rispetto a quello dell’edizione precedente e infatti, si snoderà ancora una volta tra le vie della città per toccare tutti gli otto monumenti riconosciuti Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, ma anche la Tomba di Dante, la zona Darsena e altri siti. Il percorso sarà interamente pianeggiante e dunque veloce, nel cuore del centro storico e nelle zone più caratteristiche, poi si allungherà prima verso Classe toccando la Basilica di S. Apollinare e successivamente prenderà la direzione di Punta Marina Terme prima del rientro verso Ravenna. La Mezza Maratona percorrerà le stesse strade della 42,195 km per i suoi primi 18 km, poi, all’altezza della Rotonda Gran Bretagna le due strade si divideranno per incontrarsi nuovamente in Via di Roma sotto l’arco del traguardo.

LE ASSEGNAZIONI – La HOKA Maratona di Ravenna sarà teatro dei Campionati Italiani Assoluti e Master 2022. Per Ravenna si tratta della quinta volta in sette anni, a testimonianza di come la Federazione Italiana Atletica Leggera, oggi presieduta da Stefano Mei, abbia riscontrato un livello di organizzazione tale da assegnare ancora una volta un evento così importante alla stessa associazione sportiva e alla stessa città. Una cinquina che non ha precedenti. Sul percorso della Maratona di Ravenna si è infatti corso per il Tricolore Assoluto già nel 2015 e nel 2018, mentre nel 2016 i runner giunti in Romagna si sono contesi il tricolore Master. Nel 2019 poi, si sono assegnati a Ravenna entrambi i titoli, sia quello Master che quello Assoluto, esperienza che verrà ripetuta il prossimo 13 Novembre 2022. Ma c’è un’altra assegnazione che andrà ad arricchire il programma della HOKA Maratona di Ravenna e si tratta del 20esimo Campionato Italiano Vigili del Fuoco Mezza Maratona, che quest’anno è dedicato alla memoria di Luigi Bruschi, ex Capo Squadra in quiescenza deceduto.

LA MEDAGLIA – La medaglia merita un racconto a parte. Presentata ad aprile 2022 come l’undicesima meraviglia di Annafietta. Il nuovo gioiello, assemblato come sempre a mano nel laboratorio artigianale di Annafietta a due passi dalla Basilica di S. Vitale, si caratterizza per un profilo che racconta due storie distinte e unite allo stesso tempo. Il profilo di un pesce, arricchito nella parte centrale dalle bellissime e lucenti tessere in mosaico, non sarà solamente la conclusione del viaggio dei runner sulle strade di Ravenna il prossimo 13 novembre, ma già oggi accompagna in un percorso dal doppio significato. Come sempre viene ripreso il dettaglio di uno dei celebri mosaici bizantini che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. In questo caso, l’ispirazione arriva dal mosaico parietale della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo che raffigura L’Ultima Cena con due pesci in bella evidenza, uno dei mosaici più significativi nella navata centrale, che apre il ciclo delle tredici scene cristologiche della parte destra, dove sono riportati episodi della passione e resurrezione del Cristo. Il profilo del pesce non si lega poi solamente all’ispirazione dei mosaici parietale, ma racconta anche tanto del territorio che, nel secondo weekend di novembre, ospiterà il grande evento della Maratona. Ravenna Città d’Arte, ma anche Ravenna Città di Mare. Ed ecco che il pesce rappresenta anche un elemento fondamentale della Romagna con le sue spiagge, i suoi porti e una lunghissima tradizione che non ha mai perso il contatto con il Mar Adriatico pur ampliando i propri orizzonti anche all’entroterra. Anche per il 2022 la medaglia verrà proposta in tre tagli diversi. La più grande per i finisher della Maratona sui 42,195 Km, una versione leggermente più piccola toccherà ai runner che taglieranno il traguardo nella Half Marathon, infine la versione minore sarà prodotta per la Good Morning Ravenna 10K. Inoltre, per la prima volta nella Maratona di Ravenna sarà possibile far incidere sul retro della medaglia il nome e il tempo con cui il runner ha terminato la gara, in modo tale da rendere la medaglia un ricordo unico e totalmente personale.

LA T-SHIRT UFFICIALE - Se la nuova medaglia della Hoka Maratona di Ravenna ricorda la Ravenna città di Mare, la t-shirt non poteva che essere azzurra come il colore del mare, più precisamente del mar Adriatico, simbolo delle spiagge romagnole e di un legame che non verrà mai spezzato. La t-shirt di questa edizione, infatti, sarà di una bellissima sfumatura dell’azzurro, il turchese: colore brillante che dona sensazioni di vitalità e libertà. Turchese, con inserti e scritte bianche, lo skyline e il marchio HOKA che ancora una volta sarà al fianco del grande evento ravennate. La t-shirt 2022 raccoglie infatti la storia della meravigliosa città d'arte che è Ravenna grazie allo skyline con i principali monumenti del capoluogo bizantino. Grazie alla tecnologia skin4run la t-shirt garantisce una perfetta vestibilità pensata per adattarsi al corpo e ai movimenti del runner. Inoltre, tramite la tecnica drysens la t-shirt assicura la massima morbidezza e leggerezza del tessuto che insieme garantiscono una traspirabilità totale. Un elemento che impreziosisce e rende unica questa t-shirt della HOKA Maratona di Ravenna è l’originalità della t-shirt stessa; infatti, quest’anno il colore e il modello sono stati fatti ad hoc per l’evento e quindi non si tratterà di un modello di campionario ma di un vero e proprio pezzo unico e customizzato. Per il secondo anno consecutivo, anche i volontari dell’evento avranno una t-shirt dedicata. Sarà infatti di colore nero con gli elementi grafici dello stesso colore della t-shirt dei runners.

I SERVIZI, IL PACCO GARA – L’evento e le sue distanze avranno una bag dedicata, che dovrà essere utilizzata per la custodia degli indumenti al deposito borse, quest’anno allestito all’interno dei Giardini Pubblici di Ravenna. L’iscrizione comprende oltre al pacco gara, t-shirt tecnica ufficiale, chip, rilevazioni cronometriche, medaglia in mosaico per i finisher, convenzioni per l’accesso ai musei e siti storici cittadini previa presentazione del pettorale, assicurazione, bus navetta gratuito, servizio pacer, deposito borse, ristori, assistenza medica e servizio di bagni chimici. Il ritiro pettorali quest’anno sarà possibile all’Expo Marathon Village al Pala de André nelle giornate di venerdì dalle ore 10.30 alle 19.30 e sabato dalle ore 9.30 alle 19.30. Alla domenica mattina, solamente per i runner che giungeranno da fuori territorio, sarà allestito un punto distribuzione all’interno dei Giardini Pubblici (via Santi Baldini) dalle ore 7.15 alle ore 8.45.

I MONUMENTI – Indiscutibile punto di forza di Hoka Maratona di Ravenna denominata appunto “Città d’Arte” sono gli otto monumenti paleocristiani riconosciuti nel 1996 World Heritage. Otto bellezze mozzafiato come la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, i Battisteri degli Ariani e degli Ortodossi, la Basilica di Sant'Apollinare Nuovo ed in Classe, la Cappella Arcivescovile ed il Mausoleo di Teodorico. Tutti siti toccati dal percorso di Maratona e Mezza Maratona. Ed ancora la Domus dei Tappeti di Pietra e l'Antico Porto di Classe, il sepolcro del Sommo Poeta Dante Alighieri, la Rocca Brancaleone, la Biblioteca Classense, la Torre Civica e le porte monumentali di accesso al centro cittadino. L’offerta culturale della città è poi ricca e diversificata grazie anche ad una fitta rete di strutture museali. Dal MAR - Museo d’Arte della città di Ravenna, al Museo Nazionale che espone reperti provenienti da scavi di epoca romana e bizantina, dal Museo Arcivescovile che ospita la Cappella di Sant’Andrea al Museo TAMO, Tutta l’avventura del mosaico. Infine, la Darsena cittadina ed il Moro di Venezia, l’imbarcazione di Raul Gardini che vinse la Louis Vuitton Cup nel 1992 e che da pochi mesi è stata trasferita in un’area della Darsena ancor più visibile.

LA DIRETTA VIDEO STREAMING DELLA MARATONA – Tra i tanti modi con i quali verrà raccontato il grande evento di Hoka Maratona di Ravenna la conferma anche della diretta streaming. Le telecamere seguiranno costantemente la corsa e rilanceranno il segnale che verrà trasmesso in tempo reale sulle official fan page Facebook e YouTube di Maratona di Ravenna Città d’Arte, oltre che sul sito maratonadiravenna.com. A queste, si aggiungeranno un’altra serie di pagine social che riprenderanno e diffonderanno la diretta sul web, garantendo così una copertura vastissima dell’evento e dando l’occasione a tante persone di assistere alla manifestazione attraverso qualsiasi device. In contemporanea, dal salotto appositamente allestito a pochi passi dal traguardo di Via di Roma, la giornata verrà raccontata da commentatori d’eccezione guidati al microfono da Marco Marchei, giornalista sportivo ed ex azzurro olimpionico a Mosca nel 1980 e Los Angeles nel 1984. Tra gli ospiti già confermati anche Francesco Panetta, medaglia d’oro ai Mondiali di Roma del 1987 nei 3000 siepi e vincitore nella stessa disciplina agli Europei di Spalato nel 1990, recentemente commentatore alle Olimpiadi di Tokyo per Eurosport-Discovery+. E ancora, Gavino “Bingio” Garau, nome conosciutissimo dell’atletica leggera italiana degli anni ’80 e ’90 ora commentatore televisivo, Giovanni Ruggero, ex fondista italiano, che ha partecipato ai Campionati Mondiali di Atletica Leggera del 1999 e del 2001, Rosaria Console, vincitrice dell’edizione 2018 della Ravenna Half Marathon, e Daniele Caimmi, maratoneta italiano azzurro alle Olimpiadi di Sidney nel 2000. Tanti altri amici e volti noti dell’atletica italiana e delle istituzioni locali si aggiungeranno nel corso dei prossimi giorni per una diretta che già oggi si preannuncia interessante, frizzante e divertente, con il giusto livello di competenza che un evento come la Maratona di Ravenna richiede.

PROGETTO MARATONE EMILIA ROMAGNA – In collaborazione con Regione Emilia Romagna e Apt viene confermato il progetto Maratone dell’Emilia Romagna, nato lo scorso anno da un’idea di 4 Maratone amiche: promuovere il bellissimo territorio in cui si trovano per aumentare i loro numeri di partecipazione e l’incoming nella propria regione. Così Maratona di Ravenna, Maratona di Reggio Emilia, Maratona di Parma e Maratona di Rimini hanno sviluppato un progetto di promozione in Italia e all’estero all’interno di altri contesti di running per portare a conoscenza le eccellenze artistiche, culturali ed enogastronomiche del loro territorio. Per questa iniziativa hanno un testimonial d’eccezione: Stefano Baldini, campione olimpico di maratona ad Atene 2004.

IOR, ISTITUTO ONCOLOGICO ROMAGNOLO – Si rinnova per il settimo anno consecutivo la partnership tra Maratona di Ravenna città d’Arte e l’Istituto Oncologico Romagnolo, una lunga storia di solidarietà, sport e di attenzione alle esigenze del territorio e dei pazienti oncologici. L’edizione 2022 sarà concentrata sul tema del movimento come prevenzione e sulle storie di due giovanissimi ragazzi che affronteranno, ognuno a proprio modo, una grande sfida. Uno come ex paziente che si mette in gioco per dimostrare che, anche con un percorso difficile di malattia e terapia, non ci è preclusa la possibilità di porci, ma soprattutto, di raggiungere obiettivi importanti, anche dal punto di vista fisco. Non sarà solo, perché come nelle migliori gare sarà accompagnato, spronato e preso per mano da tutta la sua “comunità” di compagni ed amici, che lo hanno seguito durante gli allenamenti e, soprattutto lo seguiranno durante la sua gara, per tagliare assieme a lui il traguardo. La seconda storia che attraverserà le vie di Ravenna sarà quella invece di una ragazza, anche lei adolescente, che sarà l’angelo custode, la pacer personale, di una persona a lei carissima che ha avuto un percorso oncologico. Una prova di grande affetto, vicinanza e forza, per dimostrare al mondo che possiamo fare la differenza, con gesti concreti per tutti i pazienti oncologici. Siamo certi che, passando sotto il gonfiabile dell’arrivo, entrambi i ragazzi ci porteranno e trasmetteranno le loro grandi emozioni e la soddisfazione per aver tagliato un traguardo importante non solo in gara, ma anche nella loro vita.

PROGETTO ONLUS CON LE ORGANIZZAZIONI NO PROFIT - La Maratona di Ravenna si conferma al contempo grande evento sportivo e punto di riferimento nell’ambito socioassistenziale del territorio romagnolo. Torna infatti anche nel 2022 il Progetto ONLUS per tutte le organizzazioni no profit ed onlus del Terzo Settore, con l’obiettivo di coinvolgere i propri sostenitori nelle gare promuovendo il proprio status di charity partner della Maratona e realizzando una campagna promozionale attraverso i rispettivi canali informativi e verso il pubblico affine, non necessariamente sportivo. Un'occasione imperdibile per le tante associazioni no profit che, divenute punto di iscrizione per la Martini Good Morning Ravenna, hanno creato un interesse più ampio e diversificato nei confronti della propria realtà. Al progetto 2022 hanno aderito: FABIONLUS, Linea Rosa, Banco di S. Antonio, AGEOP Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica, Associazione Diabetici Ravennate, Sport senza Frontiere, Fondazione Veronesi, AIL e CSI Centro Sportivo Italiano.

LA COLLABORAZIONE CON GLI ISTITUTI SCOLASTICI – Anche nel 2022 le scuole affiancheranno l’organizzazione di Ravenna Runners Club durante il weekend della Maratona contribuendo ai servizi pre, post e durante l’evento. Un segnale importante in una fase delicata come quella che stiamo vivendo e che dimostra lo stretto legame tra il mondo scolastico e l’evento. Attraverso il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro a fornire servizi nell’arco del weekend saranno questa volta i ragazzi e le ragazze del Liceo Scientifico Oriani sezione Sportivo e del Liceo Artistico Nervi-Severini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maratona di Ravenna, oltre 2.500 iscritti da 42 nazioni: pronti tre giorni di sport e divertimento

RavennaToday è in caricamento