rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Altro Faenza

Moto Gp, esordio positivo della Gresini Racing ai test di Jerez

La scuderia faentina torna nella classe regina come team indipendente dopo 7 anni. Sul tracciato spagnolo buone prove di Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio

La prima giornata di test 2022 è stata senza dubbio un successo per il Team Gresini Racing MotoGP tornato nella classe regina come team indipendente dopo 7 anni. Da una parte esordio sulla Ducati Desmosedici GP21 per Enea Bastianini, dall’altra esordio assoluto nella categoria MotoGP per Fabio Di Giannantonio (anche lui su GP21).
 
Per Enea Bastianini è stato subito “match” con la sua nuova moto: “più calma e più potente” l’ha definita. Il numero 23 ha trascorso gran parte dei test in testa alla classifica dei tempi per poi chiudere con il terzo tempo assoluto. Tanti chilometri a referto e tanta fiducia nella moto e nel nuovo Team. “Prime sensazioni buone - commenta Bastianini - Sono contento della moto e di come hanno già lavorato i ragazzi all'interno del team. Diciamo che è un po’ quello che mi aspettavo: una moto più semplice, facile e soprattutto già dalla prima uscita sembrava la mia moto da tempo. I tempi sono arrivati facilmente, ho girato su buoni crono tutto il giorno nonostante il vento. Ci sarà da lavorare e i problemi arriveranno, ma al momento siamo contenti. La moto è molto più calma, e va molto più forte; la moto dello scorso anno aveva un gran potenziale, ma era davvero difficile da guidare”.

 
Per Fabio Di Giannantonio giovedì si trattava di una prima presa di contatto e le cose sono andate decisamente per il verso giusto. L’italiano ha trovato giro dopo giro sempre più feeling e non a caso il suo best è arrivato con la 48ª tornata, l’ultima messa a segno. “Il giorno più bello della mia vita - ha raccontato - La moto è semplicemente fantastica perché c’è tutto quello che ho sempre cercato in una moto: il tipo di frenata, la percorrenza, il feeling a centro curva, l’uscita di curva, la potenza… c’è tutto. Abbiamo un sacco di lavoro da fare per arrivare con i migliori, ma per il momento sono estasiato. Devo capire bene le gomme, capire come lavorare con l’elettronica, ci sono tante cose nuove su cui concentrarmi, ma la base di partenza non è male”. Venerdì seconda e ultima occasione di questo 2021 per fare esperienza con il vento che potrebbe dare più fastidio del solito sul tracciato di Jerez de la Frontera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moto Gp, esordio positivo della Gresini Racing ai test di Jerez

RavennaToday è in caricamento