Lunedì, 27 Settembre 2021
Sport

Assen amara per l'Evan Bros: una caduta condanna Odendaal alla 13° posizione

Decisiva nel caso di Steven la scivolata alla curva cinque, che ha impedito al pilota sudafricano di lottare nuovamente per il podio, mentre Peter saluta il tracciato olandese con una gara solida ed un weekend in crescita

Si chiude in maniera amara il fine settimana di Assen dell’Evan Bros, con Peter Sebestyen e Steven Odendaal al traguardo rispettivamente in 12° e 13° posizione. Decisiva nel caso di Steven la scivolata alla curva cinque, che ha impedito al pilota sudafricano di lottare nuovamente per il podio, mentre Peter saluta il tracciato olandese con una gara solida ed un weekend in crescita. 

Dopo una nottata caratterizzata da forti piogge, in mattinata è andato in scena il warm up, disputato su pista asciutta. Sia Odendaal che Sebestyen hanno utilizzato i dieci (non quindici a causa di una serie di ritardi) minuti a disposizione per prendere confidenza con le diverse condizioni dell’asfalto, concludendo la sessione in 10° e 19° posizione. 

Scattato come sabato dalla seconda casella Odendaal ha subito occupato la terza posizione, salvo poi perdere leggermente il contatto con i primi due in classifica. Grazie alla sua grande velocità però il numero 4 ha rapidamente ricucito lo strappo nei giri successivi, salvo poi incappare, nel corso del nono passaggio, in una scivolata alla curva 5. Una volta ripartito Steven è riuscito con tenacia a recuperare alcune posizioni, sino a chiudere in P13 conquistando tre punti: Odendaal mantiene così la seconda piazza in campionato, con un distacco di 44 punti dalla vetta. 

La gara di Sebestyen è iniziata con una partenza leggermente negativa, che ha costretto il pilota ungherese a transitare per la prima volta sul traguardo in P16. Nonostante ciò Peter è riuscito dopo giro ad acquisire maggiore confidenza con la sua Yamaha YZF-R6, facendo segnare tempi interessanti e conquistando posizioni sino alla 12° piazza finale.  Terminato il fine settimana di Assen, si tornerà in pista il 6-7-8 agosto per il quinto appuntamento della stagione 2021, in programma sull’inedito tracciato ceco di Most. 

"Purtroppo una caduta ha condizionato la mia gara - esordisce Odendaal -. Per fortuna sono riuscito a ripartire, conquistando almeno tre punti. Certamente non era quello che speravo e dunque chiedo scusa al team, ma purtroppo alcune volte le cose non vanno come sperato. Nel complesso abbiamo dimostrato di avere il potenziale per vincere, quindi non ci resta che restare positivi e lavorare in vista di Most". "Ho avute sensazioni migliori in sella, segno che insieme alla mia squadra sto andando nella direzione giusta - dichiara Sebestyen -. Dopo questo weekend abbiamo un’idea chiara delle aree della moto su cui lavorare maggiormente, ed è quello che faremo. Non sono arrivati risultati in linea con le mei aspirazioni, ma sono comunque molto felice di essere tornato in Supersport e dei progressi compiuti giorno dopo giorno. Il prossimo round si svolgerà a Most, dove ho svolto il mio primo test con il team, quindi sono sicuro che le cose miglioreranno". 

Fabio Evangelista: “Il bilancio del weekend è certamente positivo. Steven in Gara 1 ha dimostrato tutto il suo talento conquistando la seconda posizione, mentre oggi una scivolata nel punto più lento del circuito gli ha impedito di lottare il podio o la vittoria, ma non di terminare la gara e conquistare punti come un grande professionista qual è. In campionato ora abbiamo un distacco abbastanza ampio dalla vetta, ma le gare sono ancora diverse quindi non molliamo assolutamente. Peter ha ottenuto due buoni piazzamenti nelle sue prime gare, in linea con quanto era lecito aspettarsi: sapevamo che essere subito tra i primi sarebbe stato molto difficile, dato che serve tempo per progredire, ma a Most sono sicuro che continuerà a migliorare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assen amara per l'Evan Bros: una caduta condanna Odendaal alla 13° posizione

RavennaToday è in caricamento