Basket, Anumba sarà ancora il "guerriero" della Rekico

L’esterno classe 1996 vestirà la canotta dei Raggisolaris anche nella stagione 2020/21 ed è pronto a infiammare ancora il PalaCattani

Simon Anumba – Rekico atto secondo. L’esterno classe 1996 vestirà la canotta dei Raggisolaris anche nella stagione 2020/21 ed è pronto a infiammare ancora il PalaCattani, conquistato a suon di ottime prestazioni che gli hanno permesso in pochi mesi di diventare un idolo dei tifosi e una pedina chiave nel gioco dei Raggisolaris, potendo essere schierato da guardia, da ala piccola e da ala grande.

Simon si è rivelato infatti un jolly tattico fondamentale e lo sarà anche nel nuovo scacchiere tattico di coach Serra, permettendogli di presentare molte tipologie di quintetti. Anumba è stato inoltre uno dei giocatori della Rekico con il miglior rendimento nelle 23 partite disputate nel campionato 2019/20: non solo ha brillato dal lato difensivo grazie alla sua fisicità e all’atletismo (il suo compito era spesso quello di annullare il miglior tiratore della squadra avversaria), ma ha mostrato anche di avere ottime percentuali realizzative, viaggiando costantemente in doppia cifra.

“Sto benissimo a Faenza – spiega Anumba – è davvero un posto super dove ho trovato un’ottima società e dei tifosi unici che non mancano mai di far sentire il loro calore in casa e in trasferta. Appena si è interrotto il campionato ho subito parlato del mio rinnovo e visto che la mia volontà era identica a quello della dirigenza, abbiamo davvero impiegato poco tempo per rinnovare il contratto. Non vedo l’ora di ritornare a giocare e di rivedere il nostro pubblico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche nella prossima stagione ti candidi ad essere un’arma tattica importante e non solo un ottimo difensore. “Sto lavorando per cambiare il mio modo di giocare. Non voglio più concentrarmi soltanto sulla difesa, ma anche sull’attacco per poter così ampliare i miei ruoli. L’obiettivo è di giocare anche da guardia e non solo da ala piccola e da ala grande ed è uno dei miei stimoli per la nuova stagione. Proprio della mia posizione in campo ho già parlato con coach Serra che mi ha fatto un’ottima impressione sin dal primo incontro. Ha tanto entusiasmo ed è molto motivato: sono certo che potremo disputare un’ottima stagione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Sanità innovativa: in ospedale uno strumento che colpisce le cellule tumorali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Si schianta con l'Harley contro il new jersey: motociclista gravissimo

  • Quattro ristoranti ravennati premiati al 'Gran Premio internazionale della ristorazione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento