rotate-mobile
Sport Faenza

Basket Faenza, la sentenza: "L'errore c'è ma il ricorso è inammissibile"

Pur essendo stato riconosciuto l'errore commesso dagli ufficiali di gara, è stato giudicato inammissibile il ricorso presentato dalla società al termine della partita contro il Green Basket Palermo

Pur essendo stato riconosciuto l'errore commesso dagli ufficiali di gara, è stato giudicato inammissibile il ricorso presentato dalla società Raggisolaris Faenza al termine della partita contro il Green Basket Palermo di domenica scorsa, terminata 85-83 per i siciliani. L'avvocato Marco Emiliani, legale della Raggisolaris Faenza, ha così commentato la decisione del Giudice Sportivo: “La decisione presa dal Giudice Sportivo non ci ha sorpresi. Il ricorso era stato presentato subito dopo il termine della partita anche per vedere riconosciuta la fondatezza della contestazione, e così è stato. Il concetto di errore tecnico è un concetto molto ampio e ciò ha la finalità di impedire che vengano presentati innumerevoli ricorsi e che siano continuamente messi in discussione i risultati delle partite. In questo caso però sussistono dubbi sul fatto che la errata segnalazione da parte del tabellone di campo del tempo mancante alla sirena finale (0,77 secondi invece che 7,77) possa legittimamente essere considerata quale errore tecnico. La società sta ancora valutando se impugnare o meno la decisione del Giudice Sportivo presso gli organi competenti”. Il commento del general manager Andrea Baccarini: “Prendiamo atto della decisione del Giudice Sportivo – spiega il dirigente -. Ora pensiamo alla partita di domenica prossima contro i Tigers Forlì, perchè dobbiamo ritornare a vincere per riprendere la marcia e per mantenere imbattuto il nostro campo. La squadra dovrà avere un atteggiamento differente ed essere più determinata per non ripetere prestazioni come quella contro Palermo. Mi aspetto una pronta reazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket Faenza, la sentenza: "L'errore c'è ma il ricorso è inammissibile"

RavennaToday è in caricamento