menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, la Rekico affronta Caserta per scrivere un'altra pagina di storia

Vetrina di prestigio per la Rekico, impegnata da venerdì nelle Final Eight di Coppa Italia di serie B, evento a cui non ha mai preso parte

Vetrina di prestigio per la Rekico, impegnata da venerdì nelle Final Eight di Coppa Italia di serie B, evento a cui non ha mai preso parte. L’unico precedente in una Final Eight risale al 2015, quando giocò quella di C Gold arrivando in semifinale. Questa partecipazione sarà storica anche per la pallacanestro ravennate, perché mai nessuna società in ambito maschile ha disputato le finali di coppa del terzo torneo nazionale. I Raggisolaris scenderanno in campo venerdì alle 16.15 a Porto Sant’Elpidio contro la Decò Caserta, capolista del girone D, e come sempre saranno seguiti dai propri tifosi: nonostante si giochi di venerdì pomeriggio sono previsti un centinaio di supporters faentini.

L'avversario

Una società nata per riportare la pallacanestro casertana in serie A1, campionato abbandonato nell’estate 2017 per i noti problemi societari della Juve Caserta. Questo è l’obiettivo che ha portato lo scorso 1 luglio alla nascita dello Sporting Club Juvecaserta, club sorto grazie all’acquisizione del titolo sportivo di Venafro, trasferito poi nella città campana. La dirigenza è voluta ripartire dopo le recenti delusioni e visto il valore dell’organico, è davvero intenzionata a bruciare le tappe, puntando di giocare in serie A2 già nella prossima stagione. Per completezza del roster e alternative tattiche in ogni reparto, la Decò è senza dubbio una delle compagini più forti di tutta la serie B, come dimostra anche la marcia in campionato, che le sta facendo dominare il girone D con una striscia di 21 vittorie e 2 sconfitte. L’organico a disposizione di coach Massimiliano Oldoini (vice di Stefano Sacripanti a Caserta in A1) è infatti una sorta di “bignami” degli ultimi campionati di serie B, perché annovera giocatori abituati a vincere campionati o a disputare finali, veri e propri califfi del terzo campionato nazionale. Il miglior realizzatore è l’ala Norman Hassan con 17.4 punti di media, ottimo tiratore da tre visto con la maglia dell’Andrea Costa Imola in A2. Di grande esperienza è la coppia play - guardia formata da Riccardo Bottioni e Leonardo Ciribeni (13 punti di media per lui), insieme nella scorsa stagione a San Severo dove sono arrivati alla final four promozione. Di grande qualità è anche la guardia\ala Niccolò Petrucci (12.1 punti) promosso lo scorso giugno con Cassino e a completare il reparto esterni c’è Marco Pasqualin, regista classe 1997, arrivato da poche settimane da Cento con cui era salito in A2 nell’ultima stagione. Molto interessante è anche la batteria dei lunghi con l’esperienza del capitano Biagio Sergio (ex Cassino e Urania Milano) e di Niccolò Rinaldi, cresciuto nel settore giovanile degli Angels Santarcangelo, mentre sotto i tabelloni c’è Marcelo Dip, vincitore della scorsa Coppa Italia con Omegna e salito in A2 con l’Eurobasket Roma e Montegranaro. Il suo cambio è Andrea Valentini (’98) che ha giocato la prima parte di campionato a Desio. In settimana ha lasciato Caserta il play Giorgio Galipò (’99) trasferitosi a Vicenza in serie B.

Il prepartita

“Siamo pronti per giocare questo prestigioso torneo – spiega coach Massimo Friso -, una competizione dove non c’è un domani, perché si decide tutto in una partita unica. Arriviamo in ottima condizione fisica e mentale grazie alla striscia di tre vittorie consecutive in campionato e il nostro obiettivo sarà scendere in campo sereni e tranquilli, volendo mostrare tutte le nostre armi per farci valere anche in questo importante contesto, dove si affrontano le migliori otto squadre della serie B. Esserci è un vanto per Faenza e per la società. Caserta è una delle formazioni più complete e attrezzate di tutta la serie B e basta vedere i nomi del suo organico per capire che non può far altro che puntare alla promozione in A2. Esperienza, fisicità e grande qualità sono i punti di forza della Decò che può schierare giocatori che hanno disputato finali e vinto campionati come Ciribeni, Bottioni, Petrucci e Dip, e atleti d’esperienza come Hassan, Rinaldi e Sergio. Se poi si aggiungono Valentini e Pasqualin arrivati dal mercato invernale, ecco che Caserta può disporre di nove uomini nelle rotazioni, tutti di alto livello”.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento