menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, la Rekico vuole inaugurare alla grande il 2021

Parte dal PalaCattani il 2021 della Rekico, attesa dal match contro la Fortitudo Alessandria, formazione ancora a zero punti dopo quattro gare, ma assolutamente da non sottovalutare

Parte dal PalaCattani il 2021 della Rekico, attesa dal match contro la Fortitudo Alessandria (palla a due mercoledì 6 gennaio alle ore 18), formazione ancora a zero punti dopo quattro gare, ma assolutamente da non sottovalutare. I piemontesi hanno infatti mostrato grinta e determinazione nelle prime giornate, peccando soltanto di esperienza come era naturale per un gruppo molto giovane. Per questo primo incontro del 2021, i Raggisolaris potranno contare anche su capitan Marco Petrucci, mai sceso in campo nelle prime quattro giornate a causa di una distorsione alla caviglia subita ad inizio ottobre, pienamente recuperato e pronto a dare il proprio contributo alla squadra. Una vittoria permetterebbe alla Rekico di arrivare ancora più carica al derby contro la Rinascita Basket Rimini che si giocherà domenica alle 18 ancora al PalaCattani. Rekico – Alessandria sarà in diretta streaming su Lnp Pass.

L’avversario

Una rivoluzione estiva che ha portato ad un profondo ringiovanimento del roster e un tecnico esperto chiamato a guidarlo per trarne il massimo. Questa è in sintesi la Fortitudo Alessandria, prima avversaria della Rekico del 2021, formazione ancora a secco di punti e alla ricerca dei migliori equilibri tattici. Coach Lorenzo Vandoni sta infatti lavorando per trovare l’amalgama in un gruppo che conta soltanto tre senior e tanti giocatori al debutto in serie B, ma la strada intrapresa pare quella giusta, dato che i piemontesi hanno tenuto testa fino all’ultimo alla capolista Rimini, perdendo in terra romagnola con grande onore. Alessandria ha cambiato nei mesi scorsi tutto l’organico ad eccezione di Andrea Sacco, centro classe 2002 che non ha nessuna presenza in B, e come elemento più ‘anziano’ ha il 28enne Ludovico De Paoli, pivot nella scorsa stagione a Taranto in C Gold, secondo miglior realizzatore dei piemontesi con 12 punti di media.

Il top scorer della Fortitudo è la guardia\ala classe 1998, Angelo Guaccio, divisosi nell’ultimo campionato tra Fabriano e Cremona in serie B, autore di 14 punti ad incontro proprio come la guardia Alessandro Ferri (ex Milanotre in C Gold), impiegato 37 minuti di media. Viaggiano in doppia cifra anche il centro Fabio Dal Maso (classe 1999 ex Piadena, serie B) con 11.5 punti e Marco Giancarli, playmaker del 1995 visto nei mesi scorsi a Fiorenzuola in C Gold, che ne segna 10.5. Altro elemento importante del quintetto titolare è Luca Bracchi, ala del 2000 ex Bakery Piacenza (serie B). Giocatori molto interessanti sono la guardia\ala serba Pavle Kuborovic, classe 2001 messosi in luce lo scorso anno a Gela in C Gold, Alberto Apuzzo, guardia del 2000 ex Sangiorgese (serie B) e Luca Valle, playmaker del 2002 arrivato da Tortona (serie A2). Completa il roster Antonio Oliviero, centro del 2001, ex il Canestro Alessandria (C Gold).

Come ogni squadra giovane anche Alessandria ha bisogno di tempo per trovare i migliori automatismi (con 81,5 punti subiti è la peggior difesa del girone) e di sicuro essere in un girone duro come l’A1 non l’aiuta. Vandoni è però una garanzia e c’è da scommettere che riuscirà a far giocare molto bene la squadra, facendole dare il massimo per centrare la salvezza, l'obiettivo stagionale dei piemontesi.

Il prepartita

"Non mi fido assolutamente della classifica di Alessandria – spiega il capitano Marco Petrucci - Credo infatti sia una squadra forte nonostante non abbia ancora vinto una partita. Dovremo essere concentrati e non sottovalutarla, partendo determinati in modo da avere un buon approccio alla gara, imponendo il nostro ritmo senza adeguarci al suo, perché altrimenti potremmo rischiare. Non possiamo permetterci cali di tensione: vogliamo iniziare alla grande il 2021. Finalmente potrò debuttare in campionato dopo tre mesi in cui sono stato fermato da una distorsione alla caviglia e sono davvero emozionato. In stagione ho giocato soltanto un match ufficiale in Supercoppa con l’Andrea Costa Imola e dopo quella gara speravo di essere ritornato in forma e invece il dolore è ritornato e non mi ha permesso di scendere in campo in altre occasioni. Adesso sono pronto e darò tutto per la squadra, lavorando per ritrovare il prima possibile la condizione fisica migliore. I miei compagni sono stati bravissimi a sopperire alla mia assenza che non si è assolutamente notata, ottenendo vittorie importanti contro formazioni di valore e ora dobbiamo continuare su questa strada a cominciare dalla gara con Alessandria”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento