Sport

Basket, scontro diretto per la Rekico: a Faenza arriva la temibile Senigallia

La Rekico ritorna al PalaCattani con grande voglia di riscattarsi. La seconda gara consecutiva tra le mura amiche sarà contro la Goldengas Senigallia

La Rekico ritorna al PalaCattani con grande voglia di riscattarsi. La seconda gara consecutiva tra le mura amiche sarà contro la Goldengas Senigallia (palla a due domenica alle 18), storica formazione del girone Adriatico\marchigiano che da anni milita in serie B. A rendere la sfida ancora più interessante sarà la posta in palio, perchè in classifica le due formazioni sono divise soltanto da due punti ed entrambe vogliono rilanciarsi per puntare ai play off. Per i Raggisolaris sarà dunque un bel banco di prova per mostrare ulteriori passi avanti dopo le prestazioni positive con Rimini e Fabriano.

L’EVENTO

Saranno le voci delle faentine Agata Ricci e Beatrice Bertoni a cantare l’inno nazionale prima del match. Questa esibizione è resa possibile grazie alla collaborazione con Artistation, istituto che propone corsi di musica e canto per adulti e bambini, con sede in via Silvio Pellico 16 a Faenza. All’intervallo toccherà invece alle squadre Scoiattoli e Pulcini della Raggisolaris Academy, che giocheranno una partita di pallacanestro sul parquet del PalaCattani.

L’AVVERSARIO

Scontro diretto al PalaCattani per la Rekico. Domenica arriverà in terra faentina la Goldengas Senigallia, formazione che ha raccolto nelle prime undici giornate il bottino di cinque vittorie, tra le quali spicca quella a Chieti. I marchigiani hanno quindi due punti in più dei Raggisolaris e come loro puntano a rientrare nel giro play off.??La Goldengas è una squadra esperta con un nucleo di giocatori rinnovato rispetto alla scorsa stagione, ma fin dalla prima giornata molto coeso, come dimostrano i cinque giocatori di media in doppia cifra e il secondo migliore attacco del girone con 76.2 punti segnati a gara. Merito del lavoro di coach Stefano Foglietti, alla terza stagione sulla panchina marchigiana.

La Goldengas è ripartita in questa nuova avventura in serie B da tre pilastri: l’ala\pivot Mirco Pierantoni, capitano classe 1981 da 17 stagioni a Senigallia e con oltre 500 partite giocate con quella maglia (viaggia inoltre a 10.3 punti di media), la guardia Giacomo Gurini, miglior realizzatore dei suoi con 15.2 punti di media, e il play Marco Giacomini, pure lui costantemente in doppia cifra (10.9).
A questi giocatori sono stati aggiunti elementi di esperienza come il play\guardia Emiliano Paparella (ex Janus Fabriano serie B), secondo miglior realizzatore dei marchigiani con 12.7 punti, il centro Simone Pozzetti, arrivato dalla Luiss Roma (serie B) e diventato subito un leader come si vede dai 10 punti di media realizzati a gara, la guardia Matteo Caroli, ex Crabs Rimini e nella scorsa stagione a Brescia in A1, e l’ala Filippo Cicconi Massi, cresciuto nel settore giovanile di Senigallia e proveniente dalla C Gold Marchigiana dove giocava nella Pallacanestro Fossombrone.
I tre under che coach Foglietti porta in panchina sono il play\guardia Antonio Valentini (classe 1999) reduce dal campionato in A2 a Jesi, l’ala\pivot Edoardo Moretti (’98, ex Rieti, A2) e Tommaso Maiolatesi, ala del 2001 cresciuto nelle giovanili. Non hanno invece ancora giocato minuti in campionato i quattro giovani del vivaio aggregati alla prima squadra: Alessandro Fronzi (guardia del 2001), Davide Terenzi (guardia del 2003), Niccolò Canullo (play del 2002) e Riccardo Costantini (guardia\ala del 2003). 

IL PREPARTITA

"Stiamo iniziando a seguire la strada giusta grazie anche al lavoro duro che facciamo in settimana – sottolinea l’ala\pivot Giorgio Sgobba - e sono certo che troveremo presto quella continuità che fino ad ora non abbiamo avuto. Stiamo capendo che individualmente non si possono vincere le partite e che soltanto con il gruppo e l’unione si riescono ad ottenere risultati. 

A Rimini e in parte con Fabriano lo abbiamo dimostrato, ma ora bisogna compiere un altro passo avanti, restando concentrati fino all’ultimo secondo della partita. È anche vero che in certe situazioni non siamo stati fortunati, ma credo che la fortuna vada cercata e quindi dovremo essere bravi a portarla a nostro favore.

Con Senigallia inizia un ciclo di partite da vincere per uscire dalla zona play out, in modo da entrare nel girone di ritorno con il morale alto e una classifica positiva. Senigallia, Giulianova e Teramo sono scontri diretti da non fallire, mentre Piacenza lotta per il primo posto e sarà più difficile batterla, ma con tutte dovremo avere la giusta mentalità.

Domenica saranno determinanti la difesa e la concentrazione, perchè affronteremo una squadra esperta e con giocatori che da anni militano in questa categoria. Vedendo i nomi del suo roster, credo che siano ‘I Senatori del nostro girone’ sotto tutti i punti di vista.

Ci sarà quindi da lottare e dovremo farlo con grande attenzione, perchè giochiamo in casa e non possiamo concedere altri punti. La Goldengas è inoltre una formazione che segna molto in casa e in trasferta e quindi dovremo bloccare le sue fonti di gioco come Gurini, Pozzetti e Paparella, aiutandoci e spronandoci dalla prima all’ultima azione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, scontro diretto per la Rekico: a Faenza arriva la temibile Senigallia

RavennaToday è in caricamento