Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Basket serie B, la Rekico non vuole fermarsi: ma al PalaCattani c'è l'ostica Fabriano

Con il morale alto e le motivazioni a mille, la Rekico ritorna al PalaCattani dove disputerà le prossime due gare di campionato.

Il mini tour casalingo partirà domenica contro la Ristopro Fabriano, seconda forza del girone insieme a Piacenza e in corsa per la Final Eight Coppa Italia, match in programma alle 18, mentre domenica 8 alla stessa ora riceverà la Goldengas Senigallia. Fabriano si presenterà a Faenza con molti tifosi al seguito ed infatti è previsto spettacolo dentro e fuori dal campo, considerando anche che in palio ci saranno punti molto importanti per entrambe.

L’EVENTO

All’intervallo saranno ospiti i ragazzi dell’Associazione Sportiva Disabili Faenza che si esibiranno in una partita di Baskin, disciplina sportiva che li vede tra le più importanti realtà dell’Emilia Romagna. La società faentina, nata sei anni fa, ha ben 52 tesserati tanto da dover creare due squadre che partecipano al campionato regionale.

L’AVVERSARIO

Seconda in classifica e in piena corsa per la Final Eight di Coppa Italia. La Ristopro Fabriano sta confermando sul campo le grandi ambizioni estive e i pronostici che la davano come una delle favorite alla promozione in serie A2. I marchigiani stanno infatti avendo un’ottima marcia in campionato con otto vittorie in dieci gare (le sconfitte sono arrivate a Chieti e in casa con Cento) con i colpi in trasferta a Rimini e a Montegranaro. Il nuovo corso di Fabriano ha visto una vera e propria rivoluzione in estate con l’arrivo di ben dieci nuovi giocatori e dell’allenatore: l’unico confermato è stato capitan Niccolò Gatti, infortunatosi alla spalla ad inizio stagione e sostituito con Todor Radonjic, finito ora sul mercato dopo non aver collezionato neanche una presenza in campionato. La panchina della Ristopro è stata affidata a Lorenzo Pansa, reduce dall’esperienza in serie A2 a Tortona dove è stato esonerato dopo tre giornate nella scorsa stagione, ma in quella precedente aveva vinto la Coppa Italia di A2. Tra i giocatori spicca Luca Garri, pivot classe 1982 e icona della pallacanestro nazionale, vincitore della medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene del 2004, arrivato da Tortona. A Fabriano sta viaggiando a 16.2 punti di media, dimostrandosi di grande impatto anche in B. Gli altri giocatori hanno un lungo palmares in A2 e in B. In cabina di regia c’è Francesco Paolin, ex Cassino (A2), mentre tra le guardie spiccano i due ex Matera (serie B) Daniele Merletto che viaggia a 11.6 punti di media, e Maurizio Del Testa. Come ali la Ristopro può contare su Niccolò Petrucci (che ha incrociato la Rekico con Caserta nella scorsa Coppa Italia), il montenegrino Todor Radonjic (ex Chieti, serie B), e l’under Angelo Guaccio (ex Cassino, A2) classe 2000. Sotto canestro oltre all’esperienza di Garri, c’è la fisicità di Francesco Fratto, lo scorso anno a Piombino in serie B e da sempre protagonista in squadra di vertice. Completano l’organico di Fabriano, gli under Luigi Cianci (ala del 2000 arrivato dalla Leonis Roma, serie A2) e i tre ragazzi delle giovanili Gianluca Cicconcelli (ala del 2000), Leonardo Cola (guardia del 2004) e Leonardo Pacini (play del 2002).


IL PREPARTITA

“A Rimini abbiamo giocato un’ottima partita per atteggiamento e mentalità – sottolinea la guardia 18enne Nicola Calabrese  - e ora dobbiamo dare continuità a questa prestazione a cominciare dalla gara casalinga contro Fabriano. Avere vinto il derby è stato importante, perché volevamo uscire da un momento non positivo e ci siamo riusciti con una buona prova del collettivo, togliendoci anche la soddisfazione di conquistare la prima vittoria in trasferta. Domenica ci aspetta un match duro e insidioso da affrontare con concentrazione per evitare di subire break, perché contro simili squadre, sarebbe poi difficile recuperare il passivo. Abbiamo il morale molto ed inoltre giochiamo davanti al nostro pubblico, due situazioni che ci faranno interpretare al meglio questa gara. Sono contento di aver avuto spazio a Rimini e ho dato il massimo come sempre, guadagnandomi la fiducia dell’allenatore e dei compagni. Sto iniziando ad ambientarmi alla serie B e ad entrare nei meccanismi di gioco della squadra e ogni giorno mi impegno per farmi trovare pronto. Da debuttante, mi ha stupito la grande fisicità che c’è in questo torneo e sto lavorando per farmi valere anche sotto questo aspetto”.


PROSSIMO TURNO

La Rekico giocherà in casa anche domenica 8 dicembre: alle 18 ospiterò la Goldengas Senigallia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket serie B, la Rekico non vuole fermarsi: ma al PalaCattani c'è l'ostica Fabriano

RavennaToday è in caricamento