Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport Faenza

Basket serie B, Riccardo Ballabio rinnova con i Raggisolaris: "Un'ambiente che merita"

"A convincermi a rimanere sono stati l’ambiente, perché i tifosi nonostante le limitazioni hanno sempre trovato il modo di essere vicini alla squadra", evidenzia Ballabio

Riccardo Ballabio vestirà per il secondo campionato consecutivo la maglia dei Raggisolaris. L’ala lombarda classe 1998 sarà dunque una delle pedine della nuova Rekico di coach Serra, ed è più che mai intenzionato a dare continuità alla sua prima ottima stagione faentina dove ha brillato per qualità tecniche e caratteriali. Le sue penetrazioni e il suo arresto e tiro ‘dalla media’ sono state armi micidiali spesso decisive per le vittorie e Riccardo le sfodererà sicuramente anche nei prossimi mesi.

“Sono davvero contento di essere ancora nei Raggisolaris – spiega Ballabio –: Faenza è infatti una piazza in cui mi sono trovato molto bene dentro e fuori dal campo. A convincermi a rimanere sono stati l’ambiente, perché i tifosi nonostante le limitazioni hanno sempre trovato il modo di essere vicini alla squadra e di far sentire il loro affetto, la società, seria e sempre presente in ogni situazione, e la conferma di coach Serra”.

Per la stagione in arrivo si pone come obiettivo "di fare meglio della scorsa stagione e di toglierci tante soddisfazioni. A distanza di mesi, brucia ancora l’eliminazione con Bernareggio e quella gara 5 persa, perché avevamo dimostrato di essere almeno al livello dei nostri avversari. Dobbiamo quindi ripartire da quella partita, per farci subito trovare pronti mettendo il giusto atteggiamento che sarà fondamentale per raggiungere ottimi risultati”.

Quindi un messaggio per i tifosi: "Non vedo l’ora di rivederli sugli spalti e di sentire il tifo questa volta nella maniera giusta come meritiamo noi giocatori e come meritano loro. Speriamo che ciò accada il prima possibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket serie B, Riccardo Ballabio rinnova con i Raggisolaris: "Un'ambiente che merita"

RavennaToday è in caricamento