Sport

Basket, un'OraSì non perfetta sfata il tabù Triestre

Tra i giallorossi da segnalare la prova di sostanza di Capitan Andrea Raschi, che segna appena una tripla, ma è il migliore dei suoi con un notevole +23 di plus-minus.

È un’OraSì imperfetta, ma capace di rimontare con grinta dal -7 dell’intervallo lungo, quella che al Pala De Andrè batte per 73-64 la capolista Trieste. Gli ospiti si presentano senza Parks, ma riescono a mettere in difficoltà i giallorossi, grazie a un grande Da Ros e al solito basket basato su energia e contropiede. Nella ripresa però Ravenna riesce ad aggiustare prima di tutto la difesa e, nonostante la serata sfortunata al tiro da fuori, porta a casa il match grazie alla grinta e ai canestri di Marks nel finale. La guardia americana è il miglior marcatore dell’incontro con 18 punti (a cui aggiunge 6 rimbalzi), mentre anche Smith (15+9), Chiumenti (14) e Tambone (10) chiudono in doppia cifra. Per Trieste Da Ros ne segna 14 nel primo tempo ma non riesce più a trovare il canestro nel secondo, e la doppia doppia di Cittadini (12+11) non basta a portare a casa il risultato. Tra i giallorossi da segnalare la prova di sostanza di Capitan Andrea Raschi, che segna appena una tripla, ma è il migliore dei suoi con un notevole +23 di plus-minus.

LA PARTITA

L’OraSì parte bene e allunga sul 14-8 grazie ai canestri di Taylor Smith, ma Trieste torna a -3 sul 19-16 con una tripla di Da Ros, miglior realizzatore del quarto con 8 punti. Ravenna riesce a chiudere sul 21-16 alla prima sirena e il canestro di Chiumenti in apertura di secondo periodo vale il +7 sul 23-16. Gli ospiti reagiscono e pareggiano a quota 23 con la tripla di Pecile, che segna anche l’azione successiva per il sorpasso 23-25. Marks suona la carica e guida il controparziale che vale, prima il 29-25 (6-0 di parziale), poi il 33-27. I ragazzi di Coach Antimo Martino cedono però negli ultimi minuti e Trieste rimonta sfruttando il bonus: prima i liberi di Cittadini, poi la tripla di Green, valgono il sorpasso 33-34. La reazione di Smith è episodica e gli ospiti allungano con la bomba di Bossi e il canestro in contropiede di Da Ros, che vale il massimo vantaggio sul 35-42 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

In apertura di secondo tempo è Capitan Raschi a suonare la carica con la prima tripla giallorossa del match. Ravenna torna quindi, prima a -2 sul 40-42, poi qualche minuto più avanti due canestri consecutivi di Tambone valgono pareggio e sorpasso sul 48-46. Bossi risponde però subito con la tripla del 48-49 e all’ultimo intervallo Trieste mantiene due punti di vantaggio sul 51-53. Nel quarto e decisivo periodo Ravenna trova il nuovo aggancio quando le bombe di Marks e Sabatini segnano il 59-59, poi la guardia di Chicago sale in cattedra e, sfruttando una serie di ottime sequenze difensive, firma i canestri che valgono l’allungo giallorosso fino al 67-61, prima che la super schiacciata di Smith metta il sigillo su una grande vittoria, lasciando sul tabellone il massimo vantaggio di +9 sul 71-63 finale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, un'OraSì non perfetta sfata il tabù Triestre

RavennaToday è in caricamento