rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Sport

Basket, Zizic non basta a Piacenza: vince Ravenna 66-74

L'Acmar torna al successo in trasferta con una prestazione di cuore e sostanza, riscattando con una grande seconda parte di secondo periodo un avvio di marca piacentina e riuscendo a spuntarla in un finale tirato e ricco di pathos.

L’Acmar torna al successo in trasferta con una prestazione di cuore e sostanza, riscattando con una grande seconda parte di secondo periodo un avvio di marca piacentina e riuscendo a spuntarla in un finale tirato e ricco di pathos.

E’ stato il lungo Andrija Zizic il mattatore dei primi dieci minuti: con quattro falli subiti e sei punti filati, il lungo croato ex Panathinaikos e Galatasaray ha portato sul 9-0 i padroni di casa, in netto controllo prima della rimonta firmata Singletary e Holloway. Grazie ai punti dei suoi americani l’Acmar pareggia in avvio di secondo quarto (21-21 con la tripla di Singletary all’11’, ma viene ricacciata indietro dal controparziale chiuso dalla tripla di Becirovic (34-25) al 16’. Coach Antimo Martino ordina un minuto di sospensione, ricostruisce il morale dei suoi giocatori e trova una grande reazione. La difesa stringe le maglie, ruba palloni che alimentano il contropiede di Singletary e Rivali e in un attimo l’Acmar pareggia e sorpassa, fino al 36-43 sul quale si va all’intervallo. Due canestri di Rivali, intervallati dalla tripla di Holloway, portano l’Acmar al massimo vantaggio (41-50 al 26’), ma la risposta di Becirovic non si fa attendere: sette punti consecutivi dello sloveno riportano la Bakery in parità (50-50 al 29’), poi è Singletary a bruciare la sirena del terzo quarto con un bel canestro dal post basso.

L’Acmar tenta la fuga in avvio di quarto periodo, ma Gasparin pareggia al 35’, sul 59-59; Rivali risponde con un gioco da tre punti, bissato dalla penetrazione di Holloway su Zizic (59-64 al 37’). Zizic segna da due, Rivali risponde da tre punti (61-67 al 38’). Dopo un veloce scambio di canestri tra Zizic e Singletary, Sorokas dimezza lo svantaggio (66-69 a 60” dalla sirena), ma capitan Amoni segna l’unica tripla della sua partita, di fondamentale importanza, per il 66-72 a 40” dalla fine. Piacenza non segna e, prima della sirena finale, c’è spazio per i due liberi finali di Tambone.
 
Antimo Martino: “Siamo molto contenti per una vittoria che, insieme alla vittoria contro Reggio Calabria, che ha determinato la qualificazione alla Final Six di Coppa Italia, è la più importante ottenuta finora. Lo è perché è stata conquistata fuori casa, al termine di una partita intensa e combattuta, dopo una sconfitta – la prima stagionale in casa – che poteva minare il nostro morale, e al culmine di tre settimane nelle quali abbiamo avuto tanti problemi fisici e assenze che abbiamo gestito in silenzio, con il sacrificio dei giocatori che potevano essere a disposizione, senza piangerci addosso e fornire bollettini medici come sovente capita di leggere. Si è trattato di un incontro intenso, nel quale abbiamo subito l’ottimo avvio di Zizic prima di rientrare in partita grazie alla nostra difesa e a qualche canestro facile segnato in contropiede. Da queste azioni abbiamo preso la fiducia necessaria per muovere bene la palla e trovare buone conclusioni in attacco. Si tratta di una vittoria di squadra, nella quale ognuno ha contribuito a proprio modo alla conquista del risultato finale. Ora abbiamo bisogno di qualche giorno di riposo per poterci presentare all’inizio della settimana nelle condizioni ottimali per preparare il match casalingo contro Chieti.”

Bakery Piacenza – Acmar Ravenna 66-74
(21-18, 36-43, 50-52) Piacenza: Galli 4, Rombaldoni 6, Becirovic 12, Stefanini ne, Sorokas 14, Zizic 16, Gasparin 7, Ziotti ne, Di Giorgio ne, Rossetti, Mazzocchi ne, Infante 7. All. Coppeta Ravenna: Holloway 7, Amoni 3, Cicognani 2, Rivali 16, Raschi 2, Grassi ne, Zannini ne, Tambone 15, Foiera 8, Singletary 21, Seck ne. All. Martino
Arbitri: Cappello di Porto Empedocle, Chersicla di Lecco, Capozziello di Brindisi. Note: T2: Pc 22/38, Ra 24/40; T3: Pc 3/12, Ra 6/26; Tl: Pc /, Ra 8/8.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, Zizic non basta a Piacenza: vince Ravenna 66-74

RavennaToday è in caricamento