rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Basket

Serie B: I Blacks ospitano San Minato per il primo match point playoff

I Blacks sono ad un passo, anzi ad una vittoria, dal primo obiettivo stagionale ovvero la conquista dei play off che varrebbero la partecipazione alla serie B Elite che prenderà il via nella prossima stagione e agli spareggi per salire in A2

I Blacks sono ad un passo, anzi ad una vittoria, dal primo obiettivo stagionale ovvero la conquista dei play off che varrebbero la partecipazione alla serie B Elite che prenderà il via nella prossima stagione e agli spareggi per salire in A2. 

Il primo match ball sarà domenica alle 18 al PalaCattani contro la La Patrie San Miniato, formazione da non sottovalutare in quanto impegnata nella lotta per evitare la retrocessione diretta. I toscani hanno vinto all’andata rimontando un pesante passivo, a testimonianza di quanto siano un gruppo di qualità. 

I biglietti sono in vendita on line sul circuito LiveTicket e domenica dalle 17 alle biglietterie del PalaCattani. 

L’AVVERSARIO - Sarà una La Patrie San Miniato molto motivata quella che si presenterà domenica al PalaCattani. La sconfitta nel derby casalingo con Empoli nell’ultima giornata ha riaperto la lotta salvezza. Empoli e Matelica si trovano a due sole lunghezze di distanza e in questo turno c’è proprio la sfida tra le inseguitrici. In caso di ko con i Blacks, San Miniato verrebbe agganciata da una delle due e se a vincere fosse Empoli sarebbe terzultima avendo lo scontro diretto a sfavore. 

La squadra di coach Alessio Marchini sta disputando una stagione piena di alti e bassi con un bottino di sole 6 vittorie ottenute in 22 gare tutte casalinghe (in trasferta il bilancio è 0/11), ma non è da sottovalutare. Ne sanno qualcosa proprio i Blacks sconfitti 80-76 all’andata al termine di un match che sembrava chiuso dai faentini all’intervallo, ma poi riaperto dalla grande reazione dei padroni di casa. 

La tenacia e la voglia di non mollare mai sono due delle caratteristiche di San Miniato che ha un gioco fatto di grande intensità grazie alle tante rotazioni di cui dispone. Un marchio di fabbrica che lo accompagna dalla stagione 2015/16, la sua prima in serie B. 

Il miglior realizzatore della La Patrie è la guardia Niccolò Venturoli con 14.9 punti di media, micidiale soprattutto nel tiro da tre punti, seguito dalle ali\pivot Luca Tozzi (12.5) e Alessandro Spatti (10.3), bravi a farsi valere anche a rimbalzo insieme al pivot under Daniele Ohenhen (2001), cresciuto molto durante la stagione. 

Altri elementi pericolosi sono la guardia tiratrice Leonardo Cipriani e i due senatori Stefano Capozio, ala\pivot da molte stagioni in serie B, e l’esperto playmaker Renato Quartuccio, che riesce a dare ottimi ritmi al gioco. Un ruolo importante se lo è guadagnato la sua riserva Lorenzo Bellachioma poi il roster è completato dagli under Giorgio Bellavia (guardia classe 2004), Luigi Cautiero (ala\pivot del 2001) e dall’ala Giulio Speranza (2004). 

Quella di domenica sarà la nona sfida tra Etrusca e Raggisolaris con il bilancio che è in perfetta parità: 4-4. 

IL PREPARTITA  - “Con questa partita inizia un’ultima parte di stagione difficile – sottolinea coach Luigi Garelli -, perché tutte le squadre, tranne i Tigers Romagna, sono in corsa per un obiettivo e dunque saranno sei gare da affrontare con il giusto atteggiamento. Fondamentale con San Miniato sarà ritrovare subito il ritmo partita che abbiamo perso in queste due settimane di stop dovute al turno di riposo. Dovremo inoltre ricordare il match d’andata dove per troppa presunzione e supponenza commettemmo l’errore di non chiudere la partita permettendo ai nostri avversari di riaprirla e di vincerla con merito. Affrontiamo una squadra che è un mix di giocatori esperti e di talento che se lasciati giocare possono fare molto male. Anche in questa occasione come era accaduto all’andata, San Miniato si presenterà dopo un periodo negativo e reduce dalla sconfitta con Empoli e quindi sarà molto agguerrita. San Miniato ha nell’intensità e nella coesione del gruppo i suoi punti di forza e non molla mai. Il playmaker Quartuccio è molto bravo a dettare i tempi di gioco e a capire quando e come affondare il colpo poi ci sono ottimi tiratori come Venturoli e Cipriani che non devono mai essere persi di vista, senza dimenticare Spatti, da anni in B, Bellachioma e Ohenhen, un giovane molto interessante. La La Patrie gioca una buona pallacanestro perchè è ben allenata da un coach preparato come Alessio Marchini e non ha mai sfigurato neanche nelle sconfitte. In difesa è molto energica e non manca mai di intensità e aggressività, mentre in attacco ha delle bocche da fuoco che devono essere marcate nella maniera giusta. Ne abbiamo avuto un esempio all’andata, perchè il canestro da tre decisivo di Venturoli fu una grande giocata: riuscì a segnare pur essendo marcato e tirando da otto metri”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: I Blacks ospitano San Minato per il primo match point playoff

RavennaToday è in caricamento