rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Basket

Serie B: I Raggisolaris battono Ozzano e sono padroni del proprio destino

Netta vittoria di Faenza che adesso è a solo una vittoria dai play-off

E adesso i play off sono ad una vittoria. La grandissima prestazione contro Ozzano permette ai Raggisolaris di essere padroni del proprio destino: vincendo domenica a Civitanova Marche i faentini chiuderebbero al settimo posto, grazie alla migliore differenza canestri proprio con Ozzano e anche in caso di classifica avulsa con arrivo a tre squadre. Vincere nelle Marche allungherebbe inoltre a nove la striscia di vittorie consecutive e sarebbe la più lunga nella storia della società in B (la precedente di 8 risale alla stagione 2018/19) Una gara che non andrà però sottovalutata, perché in caso di ko finirebbero noni. 

In un PalaCattani vestito a festa, i Raggisolaris entrano in campo con grandissima determinazione, mostrando subito di voler vincere ad ogni costo. Ozzano viene aggredita sin dalla prima azione ed infatti dopo pochi minuti si trova sotto 8-18. I Raggisolaris sono perfetti in difesa e colpiscono in attacco: memorabile è la tripla segnata da Aromando allo scadere del primo quarto a 4 decimi dalla sirena per il 21-18, nata da un passaggio dalla rimessa laterale. L’attacco continua a girare a meraviglia e all’11’ Vico dalla lunetta firma i liberi del 28-8. La Sinermatic reagisce a suon di triple piazzando un break di 15-2 per il 23-33 poi Faenza riprende in mano le redini del match, arrivando all’intervallo avanti ‘soltanto’ 36-27: troppo poco per quello mostrato nel primo tempo per merito anche di Ozzano.

thumbnail_Sebastian Vico (6)-2

La Sinermatic riacquista fiducia e con Folli raggiunge il 44-45, ma proprio in questo momento si vede il carattere dei Raggisolaris. Una simile rimonta sarebbe potuta essere un duro colpo a livello psicologico e invece la squadra reagisce difendendo alla grande e attaccando con intelligenza. Tra i mattatori c’è Petrucci con due triple consecutive che valgono il 70-51 ad inizio ultimo quarto, break che chiude i conti, perché poi i faentini non perdono mai lucidità toccando anche l’80-54. Nel finale c’è spazio anche per Mazzagatti e Rosetti che partecipano pure loro a questa grande giornata.

Raggisolaris Faenza - Sinermatic Ozzano 80-58 (21-8, 15-19, 28-22, 16-9)

Raggisolaris Faenza: Simone Aromando 16 (3/5, 3/4), Lorenzo Molinaro 14 (5/5, 0/1), Marco Petrucci 13 (0/0, 3/8), Giovanni Poggi 10 (2/6, 0/1), Sebastian Vico 9 (2/6, 0/1), Thomas Reale 7 (2/4, 1/4), Giacomo Siberna 6 (3/6, 0/3), Riccardo Ballabio 5 (1/2, 0/2), Gianluca Mazzagatti 0 (0/0, 0/0), Roberto Rosetti 0 (0/1, 0/0)

Tiri liberi: 23 / 27 - Rimbalzi: 36 10 + 26 (Simone Aromando 11) - Assist: 17 (Riccardo Ballabio 5)

Sinermatic Ozzano: Dimitri Klyuchnyk 14 (5/9, 0/4), Simone Bonfiglio 10 (2/3, 2/5), Simone Lasagni 9 (1/3, 2/3), Gioacchino Chiappelli 7 (2/5, 1/3), Riccardo Iattoni 6 (3/5, 0/0), Marco Barattini 4 (1/3, 0/3), Matteo Folli 4 (2/4, 0/1), Alessandro Ceparano 2 (1/3, 0/2), Riccardo Galletti 2 (1/1, 0/0), Marco Morara 0 (0/1, 0/0), Jacopo Landi 0 (0/0, 0/0), Nicola Cisbani 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 13 - Rimbalzi: 32 9 + 23 (Gioacchino Chiappelli 10) - Assist: 16 (Marco Barattini 4)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: I Raggisolaris battono Ozzano e sono padroni del proprio destino

RavennaToday è in caricamento