rotate-mobile
Basket

Serie B, la Regular Season si chiude con il Derby tra Faenza e Ravenna

Coach Garelli: "Con Ravenna bisognerà quindi confermare quanto di buono stiamo facendo"

Ultimo impegno di regular season per i Blacks Faenza prima di tuffarsi nei play off che partiranno nel week end del 4/5 Maggio. La squadra di coach Garelli riceverà domenica alle 18 l’OraSì Ravenna, salvatasi matematicamente nella scorsa giornata.

I Blacks, attualmente settimi, dovranno vincere e sperare nel ko di Mestre a Lumezzane per arrivare sesti, altrimenti chiuderebbero settimi. I biglietti si possono acquistare on line su LiveTicket o domenica dalle 17 alle biglietterie del PalaCattani.

Durante l’intervallo si esibirà la squadra di baskin dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Disabili di Faenza, che proprio nel 2024 ha compiuto dieci anni.

L'ORASI RAVENNA

Conquistata la salvezza alla penultima giornata grazie al successo casalingo con Vicenza, l’OraSì vorrà chiudere al meglio il campionato vincendo il derby al PalaCattani, bissando il successo dell’andata (79-71).

La squadra di coach Massimo Bernardi ha vissuto tanti alti e bassi durante la stagione, alternando strisce di vittorie a momenti negativi: un andamento ondivago che le ha fatto abbandonare un paio di mesi fa il sogno play off per concentrarsi sulla salvezza diretta in modo da evitare i play out.

Ravenna è stata una delle squadre più attive sul mercato invernale, tesserando ben tre giocatori: il playmaker Lorenzo Panzini, l’ala Mario Brunetto e il play croato Karlo Ujlarevic, schierato soltanto in quattro gare al posto dell’ala Mitja Nikolic, poi rientrato in pianta stabile tra i convocati.

Curiosità c’è nel sapere chi dei due si siederà in tribuna nel derby di domenica. Il miglior realizzatore dell’OraSì è l’ala Francesco Bedetti con 12.4 punti di media seguito da Nikolic con 11.5 e dal play\guardia Francesco Paolin con 11, unici tre giocatori che viaggiano in doppia cifra. Un’ottima stagione la sta disputando l’ala Alessandro Ferrari, classe 2003 e tra i migliori under di tutta la B, che viaggia a 9.4 punti di media come il centro Tommaso De Gregori.

Sotto canestro si sta facendo valere Ivan Onojaife, cresciuto molto rispetto agli ultimi campionati. In cabina di regia, l’esperienza di Panzini ben si abbina alla gioventù di Gabriel Dron, giocatore che pur essendo un 2002 ha giocato molti campionati in B. Completano il roster gli under Tommaso Galletti (play del 2005), Lorenzo Allegri (guardia\ala del 2005) Mirko Laghi (guardia del 2004), Domenico Minardi (play del 2005) e Nicola Giovannelli (guardia\ala del 2004).

Quella di domenica sarà la terza sfida tra Raggisolaris e OraSì e i due precedenti si sono disputati in questa stagione: Faenza ha vinto 70-60 la gara di Supercoppa, mentre Ravenna ha vinto 79-71 in campionato.
 

IL PREPARTITA

“Aver raggiunto i play off con una giornata d’anticipo è sicuramente un ottimo risultato – spiega coach Luigi Garelli – perché non ci obbliga a dipendere dagli altri risultati per raggiungere il nostro obiettivo. Il sesto posto dipenderà dal risultato di Mestre a Lumezzane e dalla nostra vittoria con Ravenna, ma credo che arrivare sesti o settimi cambierà poco, perché Libertas Livorno e Herons Montecatini sono entrambe molti forti e complete ed infatti hanno giocato la finale di Coppa Italia. Sicuramente la pausa di una settimana del campionato non sarà positiva per una squadra come la nostra che sta vivendo un buon momento, ma il nostro unico pensiero dovrà essere quello di essere pronti per la prima gara play off senza pensare all’avversario che affronteremo, perchè nella post season è fondamentale arrivarci nella migliore condizione fisica e mentale possibile".

"Con Ravenna bisognerà quindi confermare quanto di buono stiamo facendo e servirà avere la stessa mentalità che ci sta permettendo di essere in fiducia e di aver vinto quattro partite consecutive. L’OraSì ha già raggiunto il proprio obiettivo stagionale evitando i playout e giocherà quindi in maniera tranquilla senza avere pressioni di classifica, volendo comunque chiudere al meglio il campionato. Ci sono quindi le base per vedere una partita divertente e senza troppi tatticismi".

"Ravenna è un bel mix di esperienza e gioventù che le permette di avere un atteggiamento sbarazzino e credo che abbia disputato una stagione tutto sommato positiva vivendo anche dei buoni periodi di forma. Durante l’anno ha cambiato tre giocatori e ha aggiunto uno straniero, allungando e potenziando un roster che abbina talento a qualità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, la Regular Season si chiude con il Derby tra Faenza e Ravenna

RavennaToday è in caricamento