rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Basket

Serie B. I Raggisolaris in trasferta a casa della Rennova Teramo

Seconda trasferta consecutiva per Faenza dopo la vittoria contro i Tigers Cesena

Seconda trasferta consecutiva per i Raggisolaris, impegnati domani a Teramo contro la Rennova, formazione in corsa per un posto nei play off e con due punti in più dei faentini. La squadra di coach Garelli arriva all’appuntamento con il morale alto dopo l’importante vittoria ottenuta nel derby in casa di Cesena, vinto grazie ad un’ottima prestazione del collettivo.

L’AVVERSARIO - Sospesa tra play off, salvezza diretta e play out. La Rennova Teramo ha la possibilità di scrivere con le proprie mani il finale di una stagione che la sta confermando tra le squadre più interessanti del girone. Qualche alto e basso di troppo non le ha permesso di occupare una posizione di classifica migliore dell’attuale nono posto con 20 punti conquistati, ma il potenziale della squadra non si discute come dimostrano anche i nomi del roster.

Coach Giorgio Salvemini allena un gruppo con tanti giocatori esperti per la categoria sui quali spicca Nicolò Bertocco, miglior marcatore dei suoi con 12.7 punti di media, che i Raggisolaris hanno già affrontato in molte occasioni. La sua velocità nei movimenti abbinata alla tecnica, gli permettono di trovare il canestro con facilità da ogni posizione. Due giocatori chiave sono anche in cabina di regia: il play Marco Cucco e il play\guardia Riccardo Bottioni, bravi a mettere in ritmo la squadra e a dare un buon contributo offensivo, mentre sotto canestro sono i muscoli di Riccardo Antonelli e di Emidio Di Donato a fare la differenza a rimbalzo. Questi cinque atleti sono gli uomini più importanti dello scacchiere teramano ben supportati da under di valore soprattutto nel reparto esterni. La guardia\ala Alessandro Bonci (2000) e la guardia Leonardo Cipriani (2000) arrivato a gennaio da Fiorenzuola (serie B). Completano il roster l’ala\pivot Michel Guinavogui, le guardie Alberto Triassi (2002) e Alessandro Di Febo (2003) e l’ala Nikola Ticic (2003).

Glie ex di turno sono Simone Aromando, a Teramo nella stagione 2018/19, e Gianluca Mazzagatti, teramano doc che proprio nella squadra della sua città natale ha esordito in B.

I PRECEDENTI STAGIONALI - Teramo passa al PalaCattani 68-65 dopo un tempo supplementare grazie ad un canestro di Cucco segnato a 4'' dalla fine. Sfortunata invece la conclusione di Vico allo scadere che non trova la via del canestro. Il miglior marcatore dei Raggisolaris è stato Petrucci con 13 punti, mentre per i teramani Bertocco ne ha messi a segno ben 27.

IL PREPARTITA  - “Dobbiamo dare continuità alla prestazione con Cesena – spiega coach Luigi Garelli – dove oltre a difendere bene, abbiamo anche attaccato con buone percentuali. Teramo è una squadra con tanti giocatori d’esperienza come Bottioni e Cucco nel reparto esterni e Di Donato e Antonelli sotto canestro, ma ha anche giovani interessanti come Cipriani e Triassi che si stanno ritagliando un ruolo importante nelle rotazioni. E poi c’è Bertocco, ottimo tiratore e loro miglior realizzatore, molto difficile da marcare se inizia a segnare con continuità. Salvemini allena dunque una squadra che è un buon mix tra gioventù ed esperienza e ha creato davvero una bella chimica nel gruppo. Servirà quindi una partita di grande concentrazione e attenzione, perché Teramo è molto brava ad imporre il proprio gioco, a cambiare le difese e a proporre diversi tipi di quintetti viste le caratteristiche dei suoi giocatori. Con Cesena siamo stati bravi ad attaccare la zona e quindi dovremo ripeterci, perché mi aspetto una partita molto tattica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B. I Raggisolaris in trasferta a casa della Rennova Teramo

RavennaToday è in caricamento