rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Basket

Serie A1 Femminile, la Virtus Bologna espugna il PalaBubani: il derby finisce 43-77

La E-Work Faenza regge i primi 10 minuti contra la corazzata Virtus Segafredo Bologna che poi scappa via e porta a casa i due punti. La cronaca ed il tabellino del match

L’E-Work Faenza torna al PalaBubani per il derby emiliano-romagnolo con la Virtus Segafredo Bologna, ma, nonostante  un ottimo primo quarto deve cedere il passo alla corazzata di Coach Lino Lardo. Finisce 43-77 grazie anche ad una prova sontuosa della Hines-Allen, che mette a referto 21 punti, 7 rimbalzi, 7 assist e 7 falli subiti.

La Partita - La Virtus cerca di imprimere sin dall’inizio il suo ritmo, con una forte pressione difensiva e la volontà di correre veloce in contropiede: Dojkic segna 6 dei primi 11 punti delle bolognesi, mentre per l’E-Work sono Davis e Morsiani a guidare le azioni offensive (6-11). Sguaizer è costretto al primo timeout di serata e Faenza reagisce al rientro sul parquet, piazzando un break di 10-0, ispirato dalle triple di Policari e Manzotti, che regalano il massimo vantaggio alle romagnole sul 16-11.  La prima frazione si chiude col piazzato di Elena Castello sulla sirena, che vale il 18-14 per l’E-Work.

Nel secondo quarto Faenza prosegue nel suo momento positivo, trovando buone soluzioni offensive e contenendo le individualità della Segafredo. Serve l’esperienza di Battisodo per risvegliare l’attacco bolognese, che si accende di scatto e con l’ex faentina prima, con Dojkic poi, firma un importante parziale che riporta avanti la Virtus fino al 25-32 a 3′ dall’intervallo. La squadra di coach Lardo cerca di sfruttare la fisicità di Hines-Allen salendo ben presto in doppia cifra e dando l’impressione di essere difficilmente contenibile spalle a canestro. La seconda tripla di serata di Tassinari vale il +13 per le ospiti, che chiudono il secondo quarto sul 29-40.

Al ritorno sul parquet dopo la pausa lunga Bologna assesta la spallata decisiva alla sfida e Faenza non riesce a trovare contromisure per limitare Zandalasini e compagne. L’E-Work segna solo 2 punti nei primi 6 minuti del quarto, mentre la Virtus ne mette 20 sul referto, volando sul +29 (31-60). Diventa protagonista anche Cecilia Zandalasini, con 7 punti in fila ed una bella stoppata su Morsiani, mentre Hines-Allen e Dojkic proseguono nella loro ottima serata, salendo rispettivamente a 14 e 16 punti realizzati. Policari interrompe il digiuno faentino, ritrovando il fondo della retina dopo diversi minuti, ma Turner mantiene invariata la distanza tra le due squadre. Il terzo quarto si chiude sul 34-65.

Gli ultimi 10 minuti di gioco servono sostanzialmente solo a definire quello che sarà il risultato finale del match, con entrambi i coach che cercano di allungare il più possibile le rotazioni, con il rientro sul parquet di Licia Schwienbacher dopo alcune settimane di assenza per un problema al polpaccio per Faenza e con la giovani Cappellotto e Migani in campo da una parte e dall’altra. Finisce 43-77 ed è la rappresentazione plastica dell'attuale distanza vista sul parquet tra le due formazioni. 

Il tabellino ufficiale di E-Work Faenza-Virtus Segafredo Bologna 43-77. Parziali: 18-14; 11-26; 5-25; 9-12

E-Work Faenza: Pallas 7, Morsiani 2, Cupido 4, Policari 12, Davis 7, Schwienbacher 2, Cappellotto, Manzotti 5, Llorente, Castello 4, Porcu 

Virtus Segafredo Bologna: Battisodo 8, Hines-Allen 21, Pasa 3, Djokic 16, Turner 8, Zandalasini 9, Tassinari 6, Ciavarella 6, Migani, Tava

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A1 Femminile, la Virtus Bologna espugna il PalaBubani: il derby finisce 43-77

RavennaToday è in caricamento