Venerdì, 19 Luglio 2024
Basket

Serie B: I Raggisolaris ci prendono gusto. Espugnata Teramo

Bella vittoria dei neroverdi che strappano i due punti alla Rennova Teramo

Seconda trasferta e seconda vittoria per i Raggisolaris che dopo aver sbancato Cesena si ripetono a Teramo, ribaltando anche in questa occasione la differenza canestri. I faentini giocano un match di grande lucidità e attenzione, riuscendo a stringere i denti e a giocare di squadra nei momenti difficili, per poi sfoderare il carattere al momento giusto. Le statistiche sottolineano la prestazione di Aromando con 25 punti e 19 rimbalzi, ma ancora una volta sono tutti i giocatori ad essere determinanti per conquistare questo prezioso successo.

I Raggisolaris litigano con il tiro da tre nel primo tempo (la prima tripla arriva al 25’) e così prediligono il gioco interno, facendo valere la maggiore fisicità. Una scelta che paga, perché quasi tutti i punti arrivano dall’area pitturata, tra l’altro con ottime giocate. Teramo invece si affida al tiro da tre e sono proprio due conclusioni pesanti consecutive di Di Donato a ridosso dell’intervallo a propiziare la prima mini fuga teramana (37-30 all’intervallo) spezzando un equilibrio durato quasi venti minuti.

Al rientro in campo i Raggisolaris sono perfetti. L’aggressività difensiva è incredibile e permette di catturare un gran numero di rimbalzi, mentre in attacco Aromando e Poggi segnano con regolarità. E poi finalmente arriva anche il canestro da tre con Ballabio che al 25’ firma il 39-43. La guardia rompe davvero il ghiaccio, perché poco dopo capitan Petrucci lo imita con il tiro del 48-46 e anche Aromando spara dalla lunga distanza per il 51-46 di fine terzo periodo. Oltre alla fase offensiva, fondamentale è la difesa che concede soltanto 9 punti nel quarto. Faenza con questo break prende in mano l’inerzia raggiungendo anche la doppia cifra (63-53) poi è brava a mantenere la lucidità quando Teramo ritorna in scia fino al 59-63, procurandosi importanti tiri liberi. Dalla lunetta Poggi segna un 2/2 a 1’08’’ dalla fine per il 66-59 che ha il sapore della vittoria, ma a far svanire le ultime speranze teramane è Aromando che stoppa Bertocco, annullandoli il tiro da tre. A chiudere i conti è ancora Poggi dalla lunetta.

Rennova Teramo - Raggisolaris Faenza 61-68 (16-15, 21-15, 9-21, 15-17)

Rennova Teramo: Marco Cucco 14 (1/4, 4/9), Emidio Di donato 12 (1/3, 3/6), Riccardo Antonelli 12 (5/13, 0/2), Riccardo Bottioni 8 (4/9, 0/1), Leonardo Cipriani 6 (1/2, 1/3), Nicolò Bertocco 3 (0/1, 1/9), Michel Guilavogui 3 (1/3, 0/0), Alessandro Bonci 3 (1/2, 0/0), Alberto Triassi 0 (0/0, 0/1), Luca Ragonici 0 (0/0, 0/0), Nikola Ticic 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 6 / 10 - Rimbalzi: 34 10 + 24 (Emidio Di donato 11) - Assist: 12 (Marco Cucco, Leonardo Cipriani 3)

Raggisolaris Faenza: Simone Aromando 25 (8/11, 2/4), Sebastian Vico 9 (2/7, 1/5), Giovanni Poggi 9 (3/4, 0/3), Marco Petrucci 7 (2/4, 1/1), Giacomo Siberna 6 (3/5, 0/2), Riccardo Ballabio 6 (1/3, 1/2), Lorenzo Molinaro 4 (2/5, 0/0), Thomas Reale 2 (1/2, 0/2), Gianluca Mazzagatti 0 (0/0, 0/0), Fabio Cortecchia 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 14 - Rimbalzi: 42 9 + 33 (Simone Aromando 19) - Assist: 15 (Sebastian Vico 7)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: I Raggisolaris ci prendono gusto. Espugnata Teramo
RavennaToday è in caricamento