Sport

Boom delle scuole di vela nel litorale ravennate: oltre 600 gli iscritti

Dopo un altro anno difficile per bambini e ragazzi, la tendenza dell'estate sembra essere quella di vivere il più possibile il mare e la natura all'aria aperta

La parola d'ordine dell'estate 2021 è "scuola vela": dopo un altro anno difficile per bambini e ragazzi, la tendenza dell'estate sembra essere quella di vivere il più possibile il mare e la natura all'aria aperta. I circoli nautici del comune di Ravenna (Adriatico Wind Club di Porto Corsini, Circolo Velico Ravennate di Marina di Ravenna, Centro Velico Punta Marina e Circolo nautico del Savio di Lido di Savio) sono vicini al tutto esaurito, contando su qualche disponibilità praticamente solo per il mese di agosto. Gli ingredienti che ciascun circolo ha scelto di introdurre sono diversi: si va dalla vela unita ai corsi di inglese al Savio, ai laboratori sulla salvaguardia dell’ambiente marino a Marina di Ravenna. Il denominatore comune scuole è però unico: barca a vela e windsurf. Gli iscritti sono oltre seicento, ma si stima, viste le ultime disponibilità, che possano crescere ancora.

"Sono notizie come queste - commenta il sindaco Michele de Pascale - che mostrano la strada della ripresa, non solo economica, ma anche e soprattutto sociale. È bello vedere Ravenna riprendere vita, soprattutto con iniziative dedicate ai più giovani, ed è bello che lo scenario sia quello della natura, dello sport e della vela, peculiarità del nostro territorio. La vela è una tra le eccellenze della nostra città, dove si sono formate generazioni di campioni che hanno portato alto il nome di Ravenna nel mondo, anche recentemente con Luna Rossa: mi auguro quindi che questi corsi possano essere per i ragazzi, oltre che una splendida opportunità per avvicinarsi al mondo degli sport acquatici, anche una potenziale culla di nuovi talenti, una rampa di lancio per futuri fuoriclasse della vela".

Carlo Mazzini, direttore sportivo e tesoriere del Circolo Velico Ravennate, ha commentato: “Le notti primaverili trascorse a tifare Luna Rossa ancora una volta hanno acceso la voglia di vela: forse stavolta c'è qualcosa in più, forse, finalmente abbiamo scoperto che siamo una città di mare e che questo è in grado di regalare emozioni uniche.  Dal Circolo, ora siamo pronti per aprirci ad altri spazi e con questo mi riferisco in particolare alla spiaggia che è troppo poco coinvolta”.

Stefano Marchetti, direttore sportivo del Centro Velico Punta Marina (CVPM), spiega: "Con quasi 160 iscritti, ci aspettiamo una partenza a pieno regime alla scuola vela del Centro Velico Punta Marina. Già lo scorso anno abbiamo avuto numeri record, ma le prenotazioni a inizio giugno non avevano mai raggiunto questi livelli. Aspettiamo di vedere come andrà il resto dell'estate, dopo un giugno molto intenso abbiamo ancora delle disponibilità soprattutto per agosto”. 

Michelangelo Casadei, direttore sportivo del Circolo Nautico Savio, aggiunge: “Dopo l’impegno profuso nei mesi invernali per dare continuità all’attività agonistica dei nostri ragazzi pur nel rispetto delle restrizioni CoVid, abbiamo rilevato con grande soddisfazione un interesse superiore al normale per la nostra Scuola Vela di base, che ha avviato i corsi settimanali subito dopo la chiusura delle scuole. Con la novità, introdotta quest’anno, di un allenatore e velista straniero aggiunto al nostro Team di istruttori, quindi con lo svolgimento dei corsi anche in lingua inglese, proposta accolta molto favorevolmente dalle Famiglie! All’apertura registriamo già un'alto numero di iscritti iscrizioni pari ad oltre il 60% degli iscritti di una stagione ordinaria, con la prospettiva quindi di portare in mare, nello spirito di sportività, ecologia, salute e disciplina più ragazzi di sempre!”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom delle scuole di vela nel litorale ravennate: oltre 600 gli iscritti

RavennaToday è in caricamento